Ottaviano Ubaldini, Conte e Alchimista nella Rocca di Sassocorvaro

di 

21 luglio 2014

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

SASSOCORVARO – Sabato 26 luglio ore 16.00 nel teatro della Rocca di Sassocorvaro, si apre un ciclo di convegni e incontri che avranno come tema portante le terre del Montefeltro e i suoi Protagonisti. Primo appuntamento con il Conte Ottaviano Ubaldini da cui prende il nome la “misteriosa” Rocca di Sassocorvaro.

André Chastel nel suo celebre lavoro sul Rinascimento Italiano, definì quello urbinate come “Rinascimento Matematico”.

Aveva visto giusto, anche se la più corretta definizione – la più completa – avrebbe dovuto essere quella di Rinascimento Scientifico, con tutto ciò che questo poteva significare al tempo anche in termini di applicazioni tecnologiche. Un’epoca dove la chimica era anche alchimia, l’astronomia astrologia, ed ogni tipo di sapere si mescolava ad aure di spiritualità, frammiste a vaghe conoscenze esotiche tramandate per via simbolica, oppure orale.

E’ il mondo di Ottaviano Ubaldini della Carda quello che abbiamo appena descritto, signore e costruttore assieme a Federico da Montefeltro del Ducato di Urbino, e di quel che la città ducale – col suo territorio – seppe rappresentare fra sogno e realtà, leggenda e opere, nell’universo delle corti italiane. Figura come poche affascinante quella di Ottaviano, legato da “misteriosi” vincoli parentali con Federico, di lui si sa tuttavia poco o nulla, se non per vaghe voci e poche e mal diffuse pubblicazioni.

Nella conferenza che Andrea Aromatico terrà assieme ad Ermesto Paleani, fra nuove rivelazioni ed emozionanti scoperte, si farà il punto chiaro, definitivo sugli studi inerenti il misterioso Conte di Mercatello, gettando altresì i semi per un ciclo ulteriore di lavori incentrato su solidissime, originali ed inedite pubblicazioni, che porterà nel prossimo anno alla pubblicazione di un volume unico, monografico, dalla lettura del quale ci sentiamo di dire, nulla sarà come prima!

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>