Nozze gay bis a Fano, Agorà chiede al sindaco Seri una risposta

di 

24 luglio 2014

FANO – “La città di Fano può essere di nuovo protagonista nella lotta per i diritti civili”. Così l’Arcigay Agorà interviene per chiedere al neosindaco Seri una posizione chiara sulla trascrizione delle “Nozze gay”.

Fausto ed Elwin, il precedente

“Dopo la bella storia di Fausto Schermi ed Elwin Van Dijk, il cui matrimonio contratto in Olanda nel 2008 è stato trascritto nel registro di stato civile del Comune lo scorso 30 maggio per volontà diretta dell’ex-Sindaco Stefano Aguzzi – scrive l’Arcigay – ora un’altra coppia potrebbe chiedere la trascrizione. Come dichiarato dall’agenzia weddingplannergaia, Marco Angeletti e Stefano Bruzzone, sposatisi una settimana fa in Spagna, sarebbero intenzionati a chiedere proprio al Comune di Fano, città di residenza di Marco, la trascrizione nel registro di stato civile. Il primo passo di un lungo cammino verso il riconoscimento di diritti che sono un dato di fatto ormai assodato in gran parte dei paesi europei, ma non ancora nel nostro”.

La domanda bis

“Nel caso in cui la domanda sarà effettivamente presentata presso il Comune di Fano – continua Arcigay – ci auguriamo che la loro richiesta di trascrizione venga accettata quanto prima. A tal fine, sollecitiamo il nuovo Sindaco di Fano Massimo Seri, in quanto Ufficiale di stato civile, a prendere una posizione chiara sulla vicenda, chiarezza ahinoi mancata nel caso di Fausto ed Elwin. Una posizione che peraltro sarebbe coerente con la storia politica del Sindaco, che nel 1998 fu tra i firmatari di una mozione d’urgenza per l’istituzione di un elenco delle unioni civili nella città”.

L’augurio: Fano per la seconda volta nella storia

 

“Ci auguriamo quindi che Seri non si lasci scappare l’opportunità di far entrare per la seconda volta la città di Fano nella storia di una battaglia che – chiude Arcigay Agorà –  non ci stancheremo mai di ribadirlo, è di tutti e non solo delle persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, trans), perché si inserisce all’interno della libertà di ognuno all’autodeterminazione e alla ricerca della propria felicità. Da parte nostra, così come per la vicenda di Fausto ed Elwin, siamo a disposizione del Comune e di chiunque sia interessato per fornire assistenza in questo tipo di pratiche e il necessario supporto legale. La politica non volti le spalle a questa richiesta”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>