Formula 1, GP d’Ungheria: il week-end inizia ancora sotto la “stella” della Mercedes

di 

25 luglio 2014

Mercedes in fuga anche in Ungheria

Mercedes in fuga anche in Ungheria

A una sola settimana da Hocknheim ha preso il via con le prove libere il G.P. d’Ungheria,per l’ennesima volta in questa stagione sotto il segno della Stella a tre punte . Hamilton precede Rosberg, il dominio dei Mercedes Boys è iniziato fin dalla prima sessione di libere, ma a posizioni invertite, al terzo posto troviamo Vettel con la Red Bull,che ha scalzato un redivivo Raikkonen, sceso poi in 6° posizione nella seconda sessione, come sempre buona la prestazione di Alonso, 4° in entrambe le manches, riducendo nel finale il gap dai primi tre. In ombra o forse si sono nascoste le Williams, Bottas 8°, Massa 10°,vedremo domani alla prova della verità,cioè le qualifiche, se le “bianche” di Sir Frank saranno in grado di confermarsi la rivelazione di questo campionato,dopo la Mercedes ovviamente. L’ Hungaroring è un circuito stretto dai sorpassi difficili, inaugurato nel 1986 il tracciato magiaro è conosciuto per essere stato il primo di un paese dell’allora “blocco comunista” ad essere entrato nel dorato e “ capitalista” Circus della Formula Uno. Gli specialisti sono Michael Schumacher e Lewis Hamilton che vantano entrambi quattro vittorie in riva al Danubio, seguono il “magico” Senna con tre, l’altro brasiliano Piquet con due, come Damon Hill, Jaques Villeneuve, Mika Hakkinen e Jenson Button. Gli attuali piloti Ferrari sono anche loro nell’Albo d’ oro, Alonso primo nel 2003 con la Renault, mentre Raikkonen salì sul gradino più alto nel 2005 con la McLaren. McLaren che vanta anche il primato fra i team con 11 successi, seguita dalla Williams con 7 successi, però l’ultimo risale al 1997 e a quota 5 la Ferrari, 4 come detto con Schumi ed 1 con Mansell. Quest’anno salvo sorprese la Mercedes ha la possibilità di iscrivere il proprio nome nell’ Albo del gran premio, proseguendo in questa stupenda cavalcata ed inanellando la 10° vittoria su 11 gare, la risposta l’avremo domenica a partire dalle 14 con le dirette sia su Sky sia sulla Rai.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>