M5S Vallefoglia: “Comportamento allucinante da parte di Ucchielli sull’Unione per ottenere la presidenza”

di 

25 luglio 2014

VALLEFOGLIA – “Non si possono definire che sconcertanti le vicende che si leggono in questi giorni intorno alla questione dell’Unione Pian del Bruscolo”. Così inizia il comunicato a firma Movimento 5 Stelle Vallefoglia contro i “dissapori” nati sulla presidenza dell’Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo.  “Una unione creata undici anni fa per sopperire ad esigenze comuni di varie amministrazioni limitrofe che in questa unione hanno visto una ottimizzazione dei costi di alcuni servizi – continua il comunicato – e l’apertura di un ventaglio di possibilità a cui singolarmente non avrebbero potuto sopperire.  Una Unione non esente da controversie, sicuramente in debito rispetto a tutti gli obiettivi iniziali ma più che avviata, confermata da un sodalizio di investimenti comuni che andrebbero sicuramente ponderati prima di pensare ad altre soluzioni.

“ALLUCINANTE”

“Allucinante – sottolinea il comunicato – invece è quello che si è potuto leggere ieri, ossia che il nuovo sindaco del comune di Vallefoglia, Palmiro Ucchielli, considerato il pronostico a suo sfavore riguardo la presidenza dell’Unione dice: <<Potrei anche procedere con l’uscita dall’Unione per verificare un allargamento con altri». Con chi? «Pesaro, Urbino o Gabicce. L’importante è affrontare i problemi reali, non perdersi in piccole schermaglie».

“IL VOTO”

“Infatti se si andasse al voto con i membri del consiglio dell’Unione già nominati da ogni singolo consiglio comunale – riassume M5S – ad ottenere la carica di presidente, per un voto, sarebbe Tavullia a seguito di una opportuna turnazione. Il M5S Vallefoglia è profondamente preoccupato per la democraticità delle istituzioni, soprattutto a seguito delle ultime notizie che vedono la convocazione del consiglio comunale di Vallefoglia per procedere all’annullamento delle nomine dei rappresentanti togliendo uno scranno alla minoranza, conferendone uno in più alla maggioranza che in termini ponderali diventano due. Sostituire il consigliere cambierebbe il risultato a favore del sindaco di Vallefoglia”.

“QUALE DEMOCRATICITA’?”

“Il sindaco che procede al cambiamento delle regole in corsa – sottolinea M5S – è la stessa persona che ne viene favorita alla guida della presidenza dell’Unione. Come vogliamo chiamare il tutto? Legge Ad Personam? Noi del M5S Vallefoglia ci chiediamo <<Qual è la linea politica del PD locale riguardo all’Unione Pian del Bruscolo?>>  Cosa si nasconde dietro a questa presa di posizione narcisistica di usare ogni mezzo per averne la presidenza o altrimenti di minacciare di distruggere l’esistenza dell’Unione stessa?  L’interesse per la cittadinanza dov’è in tutta questa operazione? Ma soprattutto l’elettorato ritiene democratica questa decisione o sarebbe meglio passare attraverso lo strumento referendario? Avendo a cuore i soli interessi dei cittadini e non quelli di partito, o peggio ancora i personalismi, chiediamo con determinazione che ci venga presentata un’accurata analisi dei costi in riferimento alle due linee politiche, oltre che gridare allarme per le evidenti preoccupazioni che determina questa manovra. Invitiamo infine l’intera cittadinanza dei comuni di Vallefoglia, Tavullia, Montelabbate e Monteciccardo a partecipare al prossimo consiglio in cui si voterà quanto sopra illustrato”.

Domani mattina a Montelabbate è in programma un conferenza congiunta per raccontare, nei particolari, la vicenda. leggi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>