Pesce Azzurro, Pezzolesi dopo la scoperta dei mandanti ed esecutori dell’incendio: “La legalità trova sempre la strada per affermarsi”

di 

26 luglio 2014

FANO – Il ringraziamento agli inquirenti dell’amministratore unico della catena di self-service per la scoperta dei mandanti e degli esecutori dell’incendio che distrusse il locale fanese nel giugno 2010, “un dramma che ci ha consentito di rinascere più forti di prima”

“Siamo molto soddisfatti che di questa vicenda, che ci ha duramente colpito al cuore ma che ci ha anche consentito di trovare in noi una grande forza per rinascere ancora più vicenti di prima, si stia scrivendo la parola fine. Un risultato per il quale ringraziamo la giustizia, i Carabinieri, le forze dell’ordine, insieme a tutta la comunità e ai nostri fedelissimi clienti, che ci hanno sempre fatto sentire il loro sostegno fin da quella tragica notte”. Così Marco Pezzolesi, amministratore unico del Pesceazzurro, commenta l’individuazione da parte degli inquirenti dei mandanti e degli esecutori dell’incendio doloso che ha distrutto, nel giugno 2010, lo storico locale fanese. Un dramma da cui è rinata, in un anno, una struttura moderna e accogliente, oggi simbolo dell’economia della città e del comprensorio e capofila di una catena di ristoranti self-service nelle Marche e in Emilia Romagna.

Per leggere dell’operazione dei carabinieri clicca su http://www.pu24.it/2014/07/26/fano-scoperti-gli-autori-mandanti-dellincendio-rpesce-azzurro-dei-colleghi-ristoratori/127691/

“Pur nella sofferenza provocata dal vedere trascorrere il tempo senza poter vedere assicurato alla giustizia chi ha voluto ferirci così gravemente, nello spirito e nella nostra azione imprenditoriale – aggiunge Pezzolesi -, non abbiamo mai avuto dubbi del fatto che la legalità, di cui siamo fieri sostenitori come cittadini e come cooperatori, trovasse la via dell’affermazione. Le notizie sull’inchiesta che abbiamo appreso in queste ore ci provocano, però, anche uno stato di rammarico nel dover constatare che l’operare liberamente sul mercato, con passione e determinazione, possa essere ostacolato da questi vili gesti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>