Solita pioggia, solito allagamento in Strada dei Colli, da sempre ignorata dalla Provincia

di 

27 luglio 2014

PESARO – Ennesimo allagamento in Strada dei Colli, dove la Provincia (la via è provinciale) ignora, da anni – raccontano i residenti più longevi – la situazione ed dimentica di mettere in sicurezza un fosso che fiancheggia la strada che collega le frazioni collinari a Via Lombroso. Qui trionfa la bruttezza, altro che la bellezza.

Non solo la Provincia, però: anche gli incivili che di notte, di nascosto, scaricano ogni genere di rifiuti lungo il fosso, spesso intasandolo: frigoriferi, televisori, mobili, materassi e decine e decine di sacchi, quasi fosse un’impresa di pulizie a infrangere la legge.

La conseguenza è che le acque del fosso, ogni volta che sono ingrossate dalla pioggia, trovano ostacoli naturali e artificiali ed esondano, invadendo l’asfalto, dove centinaia di automobilisti si sono trovati in difficoltà. Una donna ha dovuto abbandonare l’auto, il cui motore si era spento causa acqua e fango.

Strada dei Colli sommersa

Strada dei Colli sommersa

E’ doveroso segnalare l’immediato intervento dei vigili urbani, ma sul posto sono intervenute anche pattuglie di polizia e carabinieri e, successivamente, squadre dei vigili del fuoco.

Durante l’intervento dei vigili del fuoco, la Strada dei Colli è stata chiusa al traffico. Sul posto anche personale del Centro Operativo del Comune, che con l’ausilio di una ruspa ha provveduto a liberare il fosso.

In serata, però, durante il secondo temporale, strada ancora allagata, anche se in condizioni decisamente migliori rispetto al pomeriggio, quando sulla zona si era abbattuta una violenta grandinata.

Da segnalare che pure con l’asfalto sommerso dall’acqua e con diverse persone impegnate nell’opera di bonifica, non pochi automobilisti hanno continuato a pigiare sull’acceleratore. Non è una novità, in Strada dei Colli, dove il limite dei 50 chilometri, e sopratutto dei 30 in prossimità del bivio con Via Lombroso e Panoramica Ardizio, è puntualmente ignorato.

Solo la presenza delle pattuglie dei vigili urbani è un deterrente. Come accaduto giovedì mattina, quando anche gli emuli di Fernando Alonso rispettavano i limiti. Anche perché avvertiti, lampeggiando i fari. Ma quando la pattuglia si è allontanata, la “corse” sono riprese. Perché la scarsa educazione civica, e stradale, è la quotidianità.

Per la paura di chi deve attraversare o semplicemente cammina lungo la Strada dei Colli.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>