Bimba nata nel borgo di Stacciola: l’ultimo parto in casa era avvenuto 50 anni fa

di 

28 luglio 2014

SAN COSTANZO -Nella serata di domenica 29 giugno, dopo 50 anni dall’ultimo parto “in casa”, nel borgo di Stacciola una bambina è nata tra le mura domestiche. Il lieto evento ha naturalmente coinvolto tanti abitanti del piccolo ma attivissimo borgo del comune di San Costanzo, che fin dalla mattina lo hanno “seguito” con grande emozione (unita però anche a grande discrezione).

Le notizie sono corse nel paese per tutta la giornata (“è arrivata l’ostetrica”, “Si è sentito piangere!”, “E’ nata?”), in una atmosfera d’altri tempi, dove una nascita è considerata un evento che coinvolge una comunità intera, in contrasto con una società dove l’indifferenza è crescente. Bisognava vederli, invece, gli stacciolani, con il naso all’insù, verso le finestre della casa dove una nuova vita veniva al mondo.

La nuova “stacciolana”, che si chiama Flora, e la neo-mamma stanno benissimo e il comitato cittadino di Stacciola e gli abitanti, fanno le congratulazioni ai genitori e danno un grande benvenuto alla bambina.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>