Allarme sponsor a Pesaro: Guidi Impianti lascia il rugby

di 

30 luglio 2014

PESARO – A meno di un mese dal via ufficiale della stagione la Pesaro Rugby si ritrova senza main sponsor. Non poteva venirsi a trovare in una situazione peggiore il club giallorosso che la scorsa settimana ha avuto l’ufficialità che dalla prossima non avrà più al suo fianco la Guidi Impianti.

«Ci avevano già detto a fine stagione che sarebbe stato difficile per loro continuare a seguirci anche nella stagione entrante, ma ci abbiamo sperato fino all’ultimo – spiega il presidente della Pesaro Rugby, Simone Mattioli – Purtroppo le condizioni non gli permettono di continuare ad affiancarci come noi vorremmo e ne avremmo bisogno e ad oggi siamo alla disperata ricerca di qualcuno che possa sostituirlo».

Proprio quando la società sembrava fosse riuscita a pianificare al meglio la prossima stagione, ora si ritrova con tempi strettissimi con questo grande ostacolo davanti a sè: «Non vogliamo cambiare gli obiettivi, permettendo ai nostri giovani di crescere e allo stesso tempo alla prima squadra di disputare una stagione al livello dello scorso anno, quando abbiamo disputato dei playoff per la serie A davvero emozionanti. Resta il fatto che ora dobbiamo trovare qualche azienda della nostra provincia che abbia voglia di investire in uno sport in grande crescita, che anche nella nostra città è sempre più seguito, in grado di portare alle finali dello scorso anno ben 1000 persone. Noi dirigenti in primis ci stiamo muovendo, ma ci piacerebbe che anche il comune ci desse una mano. Vediamo una grande profusione di impegno nei confronti di altre società, mentre ad oggi ce la siamo sempre cavata solo con le nostre forze. Che si decida di aiutare tutti o non aiutare nessuno. Intanto abbiamo fissato un incontro con il sindaco Ricci per lunedì prossimo».

Un distacco da Guidi Impianti, che alla stessa azienda è costato e non poco: «E’ con grande dispiacere che abbiamo ufficializzato la nostra assenza– racconta Raffaele Guidi, titolare dell’azienda – Abbiamo fatto una scelta che va in direzione dei nostri dipendenti, ma non per questo non ci dispiace lasciare questo sport. In questi ultimi due anni abbiamo avuto una visibilità davvero incredibile, che è andata al di sopra di qualsiasi nostra aspettativa. Per questo auguro alla società di trovare un main sponsor all’altezza».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>