Sanità, ospedale, Area Vasta, Università e turismo: la giunta Gambini ha ricevuto Spacca

di 

30 luglio 2014

Un momento dell'incontro

Un momento dell’incontro

URBINO – Giornata di incontri quella di ieri in Urbino, infatti la giunta comunale ha incontrato quella regionale. Temi importanti: dalla sanità, quindi Area Vasta e il rafforzamento dell’ospedale cittadino. Collegi universitari e turismo. Si è naturalmente parlato di viabilità e precisamente della conferma di costruzione del nuovo casello autostradale a Santa Veneranda di Pesaro, oltre che tutte le opere accessorie. Interessamento anche per la possibile riapertura della ferrovia , Fano-Urbino, con l’intenzione di sottoporre il progetto al sottosegretario per i beni culturali Ilaria Bartoletti Buitoni.

Tra i temi caldi la sanità; per la giunta Gambini l’Area Vasta deve tornare in Urbino e non rimanere ha Fano, perché, come specifica l’assessore alle politiche sociali, Lucia Ciampi, un ente deve essere assegnato secondo le leggi e le reali esigenze non secondo le pressioni di qualcuno. EH si, sembrerebbe, come spiegano il sindaco Maurizio Gambini e la giunta ducale , il presidente GianMario Spacca avrebbe riferito a Gambini che per forti pressioni dall’alto si è scelto Fano anziché Urbino.

Ospedale. Il sindaco Gambini prosegue dicendo di aver sottoposto a Spacca tutte le criticità del nosocomio ducale, unico ospedale di rete, e le criticità rilevate e la reale preoccupazione della mancanza di certi servizi, e chiesto il coinvolgimento per la scelta della sede dell’ospedale unico. L’assessore Ciampi, avvisa: “Ho già chiesto un incontro alla dott.ssa Maria Capalbo, direttrice dell’Area Vasta 1 e all’assessore alla sanità della regione Marche, Almerino Mezzolani”.

Il vice sindaco e assessore alla promozione turistica e commerciale della città, Maria Francesca Crespini, parla della volontà di istituire in Urbino, in collaborazione con la Carlo Bo, un osservatorio e centro di formazione turistica che sarà unico esempio in tutta la Regione.

Spacca con Soprintendenza

Spacca con Soprintendenza

Riqualificazione. Altra voce all’ordine del giorno. Si pensa, infatti, di riaggiornare tutto quel patrimonio come la DA.TA. , il parco delle Vigne, ponte Armellina (Urbino 2) e Borgo Mercatale e tutto quel patrimonio comunale, che in certi casi da oltre 20 anni non genera reddito. Importante anche il progetto, confermato, per la riqualificazione dei collegi universitari, in particolare il Tridente, di proprietà della Regione Marche per il quale sono stati stanziati 4.1 milioni di euro.

La giunta comunale urbinate ha anche intenzione di mettere in atto, alla luce degli ultimi episodi, politiche volte a risolvere, o almeno arginare, il problema lupi per tutti gli allevatori del territorio, che sempre più spesso sono bersaglio di razzie e dimezzamenti dei loro allevamenti a causa di questi animali selvatici.

La giunta Spacca, prima di far visita alla soprintendente per i beni artistici ed etnoantropologici della Regione Marche, Maria Rosaria Valazzi, a Palazzo Ducale si è recata in università per incontrare il rettore uscente Stefano Pivato. Una visita importante quella di Spacca in rettorato, commenta Pivato, in quanto l’università di Urbino è una realtà economica e culturale di respiro nazionale e ci fa piacere di aver trovato attenzione e apertura riguardo i problemi dell’ateneo.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>