Delvecchio, Cucuzza e Aguzzi: “Aumento di tasse sui cittadini ma sindaco, giunta e presidente del consiglio si aumentano lo stipendio del 10%”

di 

1 agosto 2014

FANO – “Risultato della votazione in Consiglio Comunale del bilancio 2014 = Aumento di Tasse sui Cittadini ma il Sindaco, la Giunta e il Presidente del Consiglio si aumentano lo stipendio del 10%”.

Si potrebbe sintetizzare – attaccano Delvecchio, Cucuzza e Aguzzi –  così la messa in scena del primo bilancio della maggioranza di Centro Sinistra, come avevamo annunciato, mette le mani nelle tasche dei cittadini in maniera pesante e sugli affitti a canone concordato anche in maniera impropria, (secondo noi) e non si vergogna per niente in un momento di grave crisi economica ad aumentarsi lo stipendio con buona pace di tutti i consiglieri Comunali di Maggioranza che hanno alzato la manina per votare il bilancio, anche se alcuni non sembravano tanto convinti.

Come consiglieri di opposizione, abbiamo proposto nell’interesse dei cittadini una serie di emendamenti per evitare l’aumento di tasse per dare un’anima a un bilancio fatto non da politici ma da notai, emendamenti tutti bocciati dalla sinistra, che servivano per:

– per istituire un fondo anticrisi di € 100.000, tagliando i fondi ai compensi degli amministratori;

– per istituire un fondo cofidi di € 100.000, per aiutare le imprese in difficoltà nell’accesso al credito, tagliando la spesa corrente del Comune di 36.000.000 milioni di euro;

– per abolire la tassa di soggiorno stimata in € 300.000 (stima eccesiva), anche alla luce del difficile periodo estivo, tagliando la spesa corrente del Comune di 36.000.000 milioni di euro;

– per costituire i Comitati di Quartiere per gestire in maniera periferica il decoro urbano e stradale, la partecipazione popolare, le iniziative sociali con un importo iniziale di € 100.000, come detto anche dall’attuale magg.za in campagna elettorale, togliendo i fondi dalla gestione del verde comunale;

– ed infine la riduzione delle tasse comunali e statali e relative aliquote portate al massimo dalla giunta Seri di centro sinistra il 10,60 IMU, i contratti a canone concordato dallo 0,4 allo 0,7, la nuova tassa Tasi al 2,50 mentre noi chiedevamo di tornare alle % dello scorso anno ovvero IMU 1,90, canone concordato 0,40, e applicazione Tasi 1,90 il tutto con un taglio lineare del 3% della spesa corrente per un totale di € 1.000.000,00.

L’aumento sui canoni concordati è un atto molto discutibile anche sotto il profilo pratico, di fatto, tali contratti si possono stipulare con una riduzione del canone di affitto a fronte di una riduzione della tassazione e sono stipulati e registrati negli uffici Comunali, quindi da domani i più di 1.000 cittadini che hanno stipulato il contratto si sentiranno truffati dalla maggioranza di centro sinistra, infatti, è un vero e proprio esproprio.

Un bilancio senza anima, non si capisce cosa questa maggioranza voglia fare per la città, per il decoro urbano, per le asfaltature, per il lavoro, per la sanità e per l’aset, non c’è traccia di una idea di governo della città, e neppure su nostra sollecitazione è emerso una idea chiara di governo del territorio. Su Aset più che come una risorsa sembra sia un peso, e anche dalle dichiarazioni di ieri non vorremo mai che si pensi già al modo di svendere a marche multi servizi – HERA – Comune di Pesaro, trovando scuse.

Basta con l’addossare le colpe al passato, ora governano loro, sono stati votati dai cittadini ( un 24% scarso) si assumano delle responsabilità, ma se questo è l’inizio …. poveri noi, da oggi anche materialmente (tasse) grazie al centro sinistra.

F.to Davide Delvecchio Insieme per Fano – UDC

F.to Marina Antonia Cucuzza – Forza Italia

F.to Stefano Aguzzi – La Tua Fano

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>