Sebastian Fleming omaggia Bramante con una lectio magistralis a Palazzo Ducale

di 

1 agosto 2014

FERMIGNANO – Bramante come mai visto prima: dalla penna e dalle parole di Sebastian Fleming fino alle immagini del visual designer Paolo Buroni. Sono giunte al culmine le celebrazioni per il quinto centenario della morte di Donato Bramante e Fermignano, patria del grande architetto, è pronto a mostrare i suoi gioielli più luminosi.

Fleming intervistato dal nostro Pierucci

Fleming intervistato dal nostro Pierucci

Tre eventi racchiusi in due giorni di fuoco, non tanto per via del clima rovente di agosto, quanto per le personalità che prenderanno parte alle commemorazioni per Donato Bramante. Un nome su tutti, Sebastian Fleming, che arriverà dalla Germania per conoscere i luoghi natii dell’architetto Asdrubaldino e che terrà una lectio magistralis in uno dei monumenti simbolo del Rinascimento: Palazzo Ducale di Urbino. Sebastian Fleming (pseudonimo di Klaus-Rüdiger Mai; studioso, storico e personalità artistica in Germania), pubblicato in Italia dalla Casaeditrice Nord, arriverà nel nostro Paese negli ultimi giorni di luglio, concentrando il suo tour nei luoghi che hanno dato i natali a Donato Bramante, protagonista del suo best seller “La Cupola del Mondo” in cui in una Roma del ‘500, che sembra l’oggi dei maxi-appalti o delle ombre in Vaticano, si decide a quale architetto affidare la ricostruzione di San Pietro secondo criteri di somma potenza. Sfilano e si sfidano le tesi di Michelangelo, che ne firmerà la cupola, e dell’altro concorrente, ideatore del progetto e del prototipo: Donato Bramante (1444 – 1514). Un romanzo intrigante che svela il lato umano dell’architetto Asdrubaldino.

Sabato 2 agosto a Fermignano il sindaco, Giorgio Cancellieri, insignirà lo scrittore della Cittadinanza benemerita all’interno di un evento organizzato nelle sale comunali di Fermignano, con la motivazione “Per aver fatto rinascere Bramante, che qui nacque”.

Nella serata scenderà in campo la seconda importante personalità,ospite di Fermignano nella due giorni dedicata al Bramante: Paolo Buroni. Alle 21,30 il famoso visual-designer, animerà una serie di proiezioni immersive sulle facciate dei palazzi di Piazza Giorgiani con gigantografie delle principali architetture di Bramante abbinate a brani di scrittori in viaggio tra i suoi capolavori: da Stendhal a Pasolini curate da Matteo Giardini.

Domenica 3 agosto alle 18, a Palazzo Ducale di Urbino, simbolo del Rinascimento e della perfezione architettonica, lo scrittore internazionale, Sebastian Fleming, terrà la “lectio magistralis” dal titolo: “Die Lust an der Welt. Bramantes Architektur des Lebens / La voglia per il mondo. L’architettura di Bramante della vita”,organizzata in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici delle Marche.

La due giorni rientra nell’ambito di una serie di manifestazioni predisposte dal Comune di Fermignano (PU) e dal locale “Comitato per le Celebrazioni Bramantesche”, in occasione del quinto centenario della morte del genio di Fermignano (1514-2014).

Per il programma: www.bramante2014.it

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>