Il critico letterario Fabio Ciceroni su Mario Luzi a cent’anni dalla nascita

di 

4 agosto 2014

Fabio Ciceroni

Fabio Ciceroni

URBINO – Da più di trent’anni i seminari dell’Istituto superiore di scienze religiose Italo Mancini risaltano nell’agosto urbinate perché attraggono anche persone che vengono dalla riviera adriatica, oltre che studenti e docenti dell’Ateneo feltresco. Nel suggestivo cortile di palazzo Petrangolini (piazza Rinascimento 7) si ripetono le occasioni di approfondimento su temi cruciali dell’esistenza individuale e collettiva, sotto la guida di noti specialisti del mondo accademico e non.

Anche quest’anno sono previsti quattro appuntamenti di rilievo, tutti alle 17,15. Inizierà mercoledì 6 agosto il critico letterario Fabio Ciceroni, che parlerà del poeta Mario Luzi a cent’anni dalla nascita (Desiderio di verità. Mario Luzi, l’esserci del poeta). Docente di letterature comparate nell’Università di Urbino, chiamato da Carlo Bo, Mario Luzi e’ considerato uno dei grandi poeti italiani del Novecento, più volte in corsa per il Nobel. Rivisitare criticamente alcune delle sue opere significative – sono state edite nei Meridiani di Mondadori – significa ripercorrere un itinerario che ha gettato ponti tra essere e divenire, mutamento e identità, tempo ed eternità, nella speranza che si possa dare risposta a quella che a molti appare l’insopportabile insensatezza del vivere.

Il seminario, essendo organizzato dall’Istituto Superiore di Scienze religiose “Italo Mancini”, rientra nelle iniziative di formazione e aggiornamento dei docenti riconosciute dall’Amministrazione scolastica. Pertanto, a conclusione dell’incontro, sarà rilasciato, su richiesta, un attestato di frequenza.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>