Outlet Marotta, Varotti: “Nuova delibera della Provincia, Confcommercio contraria: porterà solo cementificazione e danni per l’economia di vari centri cittadini”

di 

4 agosto 2014

«Leggiamo sulla stampa la grande soddisfazione del Sindaco di Mondolfo, Cavallo, in merito alla nuova delibera di Giunta provinciale di Pesaro e Urbino con la quale, contrariamente a quanto deliberato nel mese di febbraio, viene approvata la variante edilizia nell’area di fronte al Casello autostradale di Marotta dove l’Amministrazione vorrebbe la costruzione di un outlet. Legittima la soddisfazione del Sindaco ma che non si parli di “giorno di festa”!! In realtà siamo di fronte ad una pagina molto triste per la politica e per lo sviluppo economico del territorio».

Amerigo Varotti, direttore provinciale di Confcommercio, da sempre contrario all’outlet di Marotta, non usa mezze parole.

«Stiamo valutando gli aspetti e le motivazioni tecniche che hanno indotto il commissario provinciale e la sua Giunta – che resta in carica per l’ordinaria amministrazione – a modificare il parere espresso solo pochi mesi fa. Quel che è certo è che per il momento la Provincia dà il via libera ad un massiccio intervento di cementificazione dell’area sulla quale sarà così previsto un aumento volumetrico da 12.000 a 36mila mq. E questo è di per sé negativo: c’è poco da stare allegri nel momento in cui da più parti si parla della necessità di ridurre il consumo del suolo, di evitare cementificazioni selvagge che, poi, sono anche la causa di tanti disastri ambientali che il nostro Paese (ed anche il litorale di Mondolfo) sta ora vivendo.

Resta però il fatto che attualmente l’outlet non è possibile realizzarlo in quell’area perché una grande struttura di vendita non può essere costruita in quella zona. Non è prevista nel PTC provinciale per cui saranno necessari altri progetti, pareri, delibere. Quel che è certo è che la delibera provinciale – sulla cui coerenza tecnica sarà fatta ampia valutazione – è devastante. L’ipotesi – per ora tale – di costruire un outlet è deleteria per l’economia del territorio, per le nostre città e i nostri centri storici oltre che non sostenibile dal punto di vista ambientale. I danni per le imprese e le nostre città saranno incalcolabili e pari a zero i vantaggi occupazionali. Il commissario e la Giunta provinciale hanno fallito clamorosamente».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>