Rincicotti Orciani, fumata grigia

di 

6 marzo 2015

Ieri si è svolta la commissione di Garanzia e controllo del comune di Fano rispetto alla questione Rincicotti 5 e Orcinai.

La CISL di Fano e la Femca – si legge in una nota – pur apprezzando i contenuti del dibattito con l’apertura da parte del Comune di Fano rappresentato dal dottore Pietro Celani di un possibile assorbimento dei lavoratori della rincicotti & Orciani in ASet tenuto conto che la stessa rinciotti & orcinai è di proprietà al 100 di Aset.

Rimane comunque una forte preoccupazione per il destino di questi lavoratori in quanto rischiano il licenziamento al termine del periodo di Cassa in deroga.

Non è stata data alcuna risposta riguardo a quali ditte hanno eseguito sia nel 2914 che nel 2015 la pulizia delle caditoie. Sono importi significativi per la sopravvivenza di questa azienda e per il mantenimento dei posti di lavori

La Cisl di Fano e la Femca chiede chiarezza riguardo a questa vicenda con aspetti molto gravi sia per l’esborso pagato da Aset per il suo acquisto (1200.000 €) SIA perché IN QUESTI ANNI RINCOTTI & ORCIANI NON HA NEMMENO LAVORaTO PER LA PULIZIA delle fosse biologiche DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA COMUNALE NE TANTOMENO PER LA PULIZIA DELLE CADITOIE. La Cisl e la FEmCA – con Giovanni Giovanelli e Maria Grazia Santini – chiedono pertanto di fare immediata chiarezza e trasparenza. Basta con gli indugi e le risposte non definitive

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>