Anche Piero Fassino al Convegno “L’esperienza Pian del Bruscolo: dal Consorzio all’Unione alla Fusione”

di 

8 marzo 2015

TAVULLIA – Ieri mattina alle 9, presso la sala del Consiglio dell’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo sita in strada Pian Mauro, 47 a Tavullia, si è svolto il convegno sull’“L’ESPERIENZA PIAN DEL BRUSCOLO dal Consorzio all’Unione alla Fusione. I temi principali sfiorati riguardano quali opportunità e quali criticità potrebbero derivare dalla costituzione di un Unione o Fusione di Comuni, e se le stesse possano rappresentano uno strumento concreto di semplificazione e risparmio di spesa al fine di aumentare la capacità di investimenti, creare nuove opportunità di lavoro e sviluppare ulteriori servizi.

L’apertura dei lavori è stata affidata al sindaco del Comune di Tavullia nonché vicepresidente dell’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo Francesca Paolucci, mentre l’introduzione è stata assegnata al senatore Palmiro Ucchielli, sindaco del Comune di Vallefoglia e presidente dell’Unione. I relatori intervenuti sono Daniele Ruscigno, sindaco del Comune di Valsamoggia, Faustino Conigli sindaco Comune di Trecastelli, Romina Pierantoni sindaco di Borgo Pace e presidente Unione Alta Valle del Metauro, Michele Maiani presidente UNCEM Marche e presidente Unione Montana “Montefeltro”, Domenico Ceccaroli (vicepresidente dell’Unione dei Comuni di Auditore Montecalvo in Foglia, Petriano e Tavoleto), i quali hanno esposto le loro esperienze significative di Unioni e Fusioni di Comuni realizzate nel territorio, mentre l’intervento di Roberto Petrucci, consulente finanziario ANCI e UPI Marche, ha apportato un’analisi tecnica di alcune esperienze che hanno dimostrato, dati alla mano, significativi risparmi di spesa attraverso processi di razionalizzazione in grado di garantire nuove possibilità di investimenti.

Significativo l’intervento del presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi che ha ben accolto gli esempi virtuosi del nostro territorio: un territorio che si propone e si attiva in un contesto di trasformazioni epocali in cui necessita relazionarsi anche con l’altra parte dell’Europa.

Hanno partecipato al convegno i sindaci del Comune di Pesaro Matteo Ricci, del Comune di Mondaino Matteo Gnaccolini, del Comune di Montegridolfo Lorenzo Grilli, del Comune di Petriano Davide Fabbrizioli e numerosi cittadini.

La chiusura dei lavori è stata affidata al presidente dell’Associazione nazionale Comuni italiani, l’Anci, Piero Fassino, il quale ha sottolineato l’importanza di uno stretto rapporto fra i sindaci e la cittadinanza, nonché la necessita di porre i Comuni in grado di migliorare i suddetti rapporti. Tutto ciò, nonostante i tagli derivati dalla legge di stabilità che sono stati soprattutto pesanti per i Comuni, che a loro volta rappresentano solo una piccola fetta dell’indice di indebitamento (2,5%) della spesa pubblica (7,6%). “Eppure la richiesta fatta ai Comuni per risanare l’economia è superiore che ad altri Enti. Occorre, invece, garantire risorse per permettere di erogare maggiori servizi di cui le comunità necessitano. Sarebbe più giusto invece che il Governo stabilisca di quanto ogni Comune debba diminuire la spesa, lasciando autonomamente decidere come effettuare i tagli. Perché ogni territorio ha esigenze diverse. In questa fase diventa indispensabile strutturare i Comuni con dimensioni di scala funzionali all’erogazione dei servizi. E inutile rivendicare autonomie che poi non si e in grado di gestire. Sul trasferimento alle Regioni di molte funzioni, come previsto dalla riforma Delrio, non sono convinto che sia la scelta migliore, ma è in evitabile quando i Comuni non possono gestire autonomamente i servizi. Come ANCI stiamo elaborando una proposta di legge che incentivi Unioni e Fusioni con procedure più semplici e flessibili che facciano capire che mettersi insieme e conveniente”.

Alla fine del convegno le autorità e i presenti si sono recati per una visita alla Scuola primaria “bianca” a Montecchio di Vallefoglia. Scuola in legno di qualità energetica e sismica tra le prime nelle Marche e in Italia, realizzata in tempi di record, in soli 72 giorni, garantita per una durata di 99 anni, a testimonianza di un opera pubblica realizzata con tecnologie avanzate in Platform Frame. Brevemente le caratteristiche tecniche sono state illustrate dai progettisti del Comune di Vallefoglia e dalla ditta costruttrice Subissati srl di Ostra Vetere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>