Pesaro: intesa tra Comune e sindacati sulle linee per il Bilancio preventivo 2015

di 

10 marzo 2015

PESARO – Comune di Pesaro e organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno trovato un’Intesa sulle linee per il Bilancio preventivo 2015. Ecco il testo:

Intesa Comune di Pesaro e OO.SS. Su Linee per il Bilancio preventivo 2015

Premesso che

– l’Amministrazione Comunale e le OO.SS.hanno, nelle scorse settimane, approfondito in più incontri le questioni attinenti la predisposizione del Bilancio Preventivo per il 2015

– il 29 Gennaio scorso è stata sottoscritta l’Intesa tra l’Amministrazione, le OO.SS., le Associazioni di Categoria e il Terzo settore che prevede azioni ed interventi per il lavoro e lo sviluppo locale, alcune delle quali attengono ad impegni quali-quantitavi di spesa a valere sul Bilancio Preventivo per il 2015 che qui si confermano

– Le OO.SS. Hanno preso atto favorevolmente delle Linee programmatiche per il Bilancio 2015 e per il bilancio pluriennale 2015/17 approvato dal Consiglio Comunale di Pesaro

– Il permanere di una crisi economica che produce ancora sulla comunità locale i suoi effetti negativi, richiede che i comuni continuino a svolgere un ruolo attivo sia sul fronte dell’emergenza sociale sia come soggetto istituzionale che, assieme agli altri, si fa promotore di politiche volte allo sviluppo e alla promozione di un rinnovato welfare locale.

– La L.190/14 (Legge di Stabilità 2015), unitamente ai provvedimenti di legge già adottati negli anni precedenti, ha tagliato in maniera significativa le risorse al sistema degli enti territoriali (Regioni, Province e Comuni).

– Il Patto di Stabilità, così come è ancora impostato, impedisce, unitamente ai tagli lineari, agli enti locali “virtuosi” di vedere adeguatamente riconosciuta e valorizzata la buona gestione delle risorse e di poter svolgere appieno il proprio ruolo e le proprie funzioni.

Per ciò che attiene alle linee di Bilancio 2015 e agli impegni programmatici le parti condividono quanto segue:

– Il Comune di Pesaro conferma per l’anno 2015 tutte le aliquote della tassazione locale già in vigore e per l’anno corrente si impegna a non applicare l’adeguamento all’inflazione per il sistema delle tariffe locali.

– Si conferma, nello specifico per quello che riguarda la TASI, una detrazione pari a Euro 200 (duecento) per coloro che possiedono un ISEE pari o inferiore a Euro 12.000 (dodicimila, 00).

Le parti condividono, inoltre, la possibilità di incrementare la tassa di soggiorno, allineandola ai comuni limitrofi (Area Nord), con il vincolo di destinazione, peraltro previsto dalla normativa, per le opere ed i servizi legati alla promozione turistica e allo sviluppo della città.

– Per il sistema tariffario dei servizi educativi si provvederà, entro il mese di marzo, ad una ulteriore verifica congiunta sulla sperimentazione dell’ISEE lineare, che verrà portata a regime, allo scopo di ridurre l’impatto tariffario complessivo e in particolare sulle fasce centrali di ISEE, per un valore stimato in 40.000 Euro.

Sempre entro il mese di marzo verrà avviato un confronto, così come richiesto dalle OO.SS., in merito alla revisione dell’Isee sul servizio mensa e, più in generale, per una estensione dell’applicazione del sistema ISEE all’insieme dei servizi a domanda individuale erogati e gestiti dall’Amministrazione Comunale di Pesaro

– Vengono confermati gli stanziamenti complessivi a bilancio sia sui servizi sociali che sui servizi educativi. Per entrambi viene prevista una prima sessione di confronto sulla programmazione e sull’organizzazione dei servizi entro il mese di marzo e ulteriori aggiornamenti a cadenza almeno trimestrale per i primi e semestrale per i secondi.

– Il Fondo Anticrisi viene confermato e per esso viene previsto uno stanziamento pari a Euro 250.000 (duecentocinquantamila,00), di cui 150.000 da destinarsi ad intervento a sostegno delle famiglie dei lavoratori colpiti dalla crisi (con le regole e i criteri precedentemente condivisi) e 100.000 euro da destinarsi agli interventi di politiche attive per il lavoro (tirocini di reinserimento) previsti dall’Intesa del 29 Gennaio ’15.

Per l’anno 2015, preso atto della cessazione del Fondo Anticrisi gestito sin qui dall’Ente Provincia, la tipologia degli interventi verrà estesa al sostegno al pagamento delle bollette di acqua e rifiuti. L’Amministrazione Comunale, a tale proposito, si impegna a farsi parte attiva nei confronti di Marche Multiservizi affinchè essa preveda nel proprio bilancio appositi stanziamenti a sostegno di questi interventi, in misura almeno pari ad almeno quella prevista nel bilancio 2014 per l’insieme degli utenti di MMS.

– Entro il mese di marzo verrà avviata una sessione di confronto specifica sul tema del riordino delle aziende partecipate dal Comune e, nello specifico, le parti condividono la necessità di un approfondimento specifico sul tema dei servizi pubblici locali, sul ruolo di questi ultimi per lo sviluppo locale, sulla necessità di riaffermare una governance pubblica degli stessi anche alla luce delle disposizioni previste dalla L.190/14.

– In relazione alla recente approvazione dello Statuto dell’Unione dei Comuni del San Bartolo e della Valle del Foglia, verranno avviati dei confronti specifici, unitamente ai Sindacati di Categoria e alle RSU del Comune, su ciascuno dei servizi che verranno affidati in convenzione alla nuova Unione e, in ogni caso, su ciascuna delle problematiche che di volta in volta ciascuna delle parti riterrà opportuno e necessario sottoporre al confronto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>