Psicologhe in corsia d’ospedale: sette incontri per pazienti e familiari

di 

10 marzo 2015

A cosa serve uno psicologo in ospedale? Come ricordare che ogni malato ha una famiglia e che ogni malattia è sempre familiare per impatto, ricadute e risorse? Un ospedale moderno è attento ai bisogni emotivi di pazienti e familiari? A tutte queste domande, e a molte di più, vogliono rispondere i sette incontri organizzati dal servizio di Psicologia ospedaliera di Marche Nord. Per circa 2 mesi, sia a Pesaro che a Fano, sono in programma appuntamenti con le professioniste che lavorano dentro buona parte dei reparti del San Salvatore di Pesaro e del Santa Croce di Fano, dall’Oncologia alla Dialisi, dal Pronto Soccorso all’Ostetricia e Ginecologia.

Il calendario è molto ricco, messo in piedi anche grazie alla collaborazione di Aned, Centro di Aiuto alla Vita Onlus, del Centro antiviolenza di Pesaro e Urbino e dell’Associazione Movimento e Fantasia. Tutti gli appuntamenti nella città di Fano si terranno alla Mediateca Montanari, mentre quelli di Pesaro alla Biblioteca San Giovanni.

Si parte proprio giovedì 12 marzo, alle ore 16 nella Mediateca Montanari (piazza Piermaria Amiani) con il tema “Conflitto autonomia-dipendenza: gli aspetti psicologici connessi al diabete”. All’incontro, aperto al pubblico, parteciperanno le psicologhe di Marche Nord insieme ai colleghi della Diabetologia.

Il secondo appuntamento si terrà a Pesaro, il 19 marzo, sempre alle ore 16 nella Biblioteca San Giovanni (via Passeri). Tema dell’incontro “ Ambulatorio di Pre-Dialisi: l’importanza dell’alleanza medico –paziente. L’informazione e la formazione per un percorso personalizzato”. Anche in questo caso, oltre alle psicologhe ospedaliere, parteciperanno i medici della Nefrologia di Pesaro, i dietisti e la presidente dell’associazione Aned Lolli Schiavo.

Per il terzo appuntamento si ritorna a Fano, sempre alla Mediateca Montanari. Il 26 marzo, a partire dalle 16, insieme al direttore e alle ostetriche della Ginecologia e Ostetricia di Fano, al presidente del Centro di aiuto alla Vita Onlus Pamela Salucci e alla direttrice artistica dell’Associazione Movimento e Fantasia Benilde Marini, si affronterà il tema “Il sostegno alla donna e alla coppia, dalla Gravidanza alla nascita: luci e ombre”.

“Oltre le ferite del corpo: lo psicologo accoglie le donne vittima di violenza” è il titolo del quarto e quinto incontro: il primo si terrà a Fano il 9 aprile e il secondo a Pesaro il 16 aprile. Oltre ai medici del Pronto Soccorso e agli assistenti sociali che lavorano dentro Marche Nord, parteciperanno Stefano Vincenzoni del Commissariato di Fano, Magdalena Puskas e Maura Gaudenzi del Centro Antiviolenza della Provincia di Pesaro e Urbino e il dirigente Anticrimine della Questura di Pesaro Natalina Baiocchi.

Il sesto appuntamento si terrà a Fano il 23 aprile per parlare di “Ambulatorio di Pre-Dialisi: l’importanza dell’alleanza medico –paziente. L’informazione e la formazione per un percorso personalizzato”. Il ciclo di incontri si chiude a Pesaro il 30 aprile per replicare il tema “Il sostegno alla donna e alla coppia dalla gravidanza alla nascita: luci e ombre”.

Guarda il calendario completo cliccando su Locandina convegni di psicologia Fano e locandina convegni Psicologia Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>