Maltempo, c’è tempo fino a sabato 14 per presentare al Comune di Pesaro una prima stima dei danni di marzo

di 

12 marzo 2015

PESARO – Ci sarà tempo fino a sabato 14 marzo, alle ore 13, per presentare al Comune di Pesaro una valutazione dei danni causati dal maltempo della prima settimana di marzo, da parte dei privati. La Regione Marche, con una nota del 10 marzo, ha posto come termine ultimo per l’invio delle segnalazioni il giorno lunedì 16 marzo.

L’Amministrazione comunale, per venire incontro ai cittadini, ha deciso – come già aveva fatto a febbraio – l’apertura straordinaria dell’ufficio Protocollo (Informa&Servizi, largo Mamiani, 11) anche sabato prossimo, dalle ore 8.30 alle 13, solo ed esclusivamente per ricevere la documentazione relativa alla richiesta dei danni subìti dalle attività economiche e produttive e dal patrimonio edilizio privato (con esclusione di quelle agricole).

Nelle segnalazioni dovranno essere indicati:

  • i dati anagrafici del richiedente avente titolo (compreso recapito telefonico ed eventuale indirizzo di posta elettronica certificata – Pec);

  • descrizione e stima presunta dei danni, riferimenti relativi alla proprietà dell’immobile, dati catastali, via e numero civico;

  • adeguata documentazione fotografica comprovante i danni subìti.

Si ricorda che la funzione del Comune, in questo caso, è soltanto quella di “intermediario” tra i cittadini e la Regione Marche.

Le segnalazioni dei danni dovranno essere indirizzate al sindaco del comune di Pesaro e dovranno essere presentate allo sportello Informa&Servizi, (che di norma è aperto da lunedì a venerdì 8.30 alle 13, e in questa occasione, eccezionalmente, rimane aperto anche sabato, dalle ore 8.30 alle 13), oppure tramite posta elettronica certificata – Pec, all’indirizzo comune.pesaro@emarche.it).

Le informazioni saranno saranno disponibili, in Primo piano, sul portale istituzionale del Comune (News)

In seguito all’ondata di maltempo che ha interessato anche il territorio comunale pesarese, provocando ingenti danni a strutture pubbliche e private, l’Amministrazione comunale ha provveduto immediatamente a inoltrare alla Regione la richiesta dello stato di emergenza da sottoporre alla Presidenza del Consiglio dei ministri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>