Vallefoglia, cronache dal Consiglio Comunale di… Orione (della serie: abbiamo visto cose che…)

di 

14 marzo 2015

Associazione Vallefoglia 2014 2024

 

Assistere all’ultimo consiglio comunale di …….Orione è stato come vedere un pessimo spettacolo di pratica politica.

Si tralascia dalla cronaca il brutto esempio offerto dal sindaco e dal presidente del consiglio comunale, che per tutta la serata non hanno fatto altro chiacchierare di continuo, emettere risatine in faccia ai consiglieri e all’intero consiglio comunale, il che …rientra (si fa per dire) nella migliore tradizione della cafoneria italiana.
Ma lo spettacolo offerto dalle risposte degli assessori a precise interrogazioni/interpellanze è stato oltre che incongruente, elusivo, addirittura patetico, veramente inquietante.
Sulla questione dei “facili e diretti” affidamenti dei ribassi d’asta nei lavori pubblici l’assessore al ramo si è prolungato a dismisura a dire che è tutto regolare in modo così insistente ma così insistente (visto che la domanda era riferita all’opportunità) che c’è proprio da pensare “male”. Ci ha messo il carico quando ha specificato per svariate volte che la finalità della prassi operativa dell’amministrazione è il “bene della gente”… ci mancherebbe pure che fosse il contrario. E comunque è bello ricordare che ogni strada per l’inferno è lastricata sempre delle migliori intenzioni.

Sulla questione del tetto in eternit dell’immobile comunale l’assessore al ramo ha tranquillizzato (si fa per dire) tutti dicendo che il “tetto è stato monitorato nel 2012, che era a posto e che comunque l’amministrazione sta valutando la sostituzione del tetto stesso” ……cioè? ‘sto tetto è a posto o non è a posto? Se è a posto non c’è bisogno di cambiarlo se non è posto bisogna sistemare il problema: si parla della salute delle gente!!! E quindi nulla si sapeva e nulla si sa. La decenza e la serietà di rispondere tipo “effettueremo dei controlli mirati e quanto prima si informa sull’esito delle verifiche” …..quello che si è visto è ….una grande coda di paglia!!!!!!

Sugli interrogativi relativi alla nuova palestra di Montecchio l’assessore al ramo si è prolungato in una maratona di inutile parole senza rispondere alle domande, come è caratteristica, ma addirittura accennando ad una perdita (inesistente) della vecchia amministrazione per distrarre l’attenzione sul problema e dire in realtà come stanno le cose ….cioè a zero. Pensando alle presunte perdite forse l’assessore del linguaggio fluente si è confuso con le perdite vere dell’ente in cui egli occupa un posto di lavoro.

Ma il massimo del peggio si è toccato con le motivazioni utilizzate per respingere le mozioni della minoranza, precisamente una sullo sviluppo economico (sostegno alle nuove attività economiche, lotta all’abusivismo commerciale e alla concorrenza sleale, fermare nuovi centri commerciali, riduzione della tassazione locale alle piccolissime imprese, ecc) e sulla lotta alla produzione inutile di imballaggi e rifiuti e ottimizzazione del consumo dell’acqua, ecc..
Le risposte sono state un lungo inutile ed errato discorso, di chi effettivamente non ha capito il problema, per giustificare la mancanza di coraggio e qualità di questa amministrazione.
E’ stato detto che una mozione doveva essere respinta perché non rientrava fra i compiti del Comune: ma la tassazione locale o le spese dell’amministrazione comunale …chi la decide? Il Comune o Papa Francesco? Forse è il caso che la mozione venga inviata a Draghi, sicuramente sarà capace di ascoltare e capire.
L’altra mozione imperniata sulla lotta per la riduzione di imballaggi e rifiuti (la filosofia del Rifiuto Zero) è stata invece respinta perché l’obiettivo è irrealizzabile……..confondendo il titolo di un programma di “buone pratiche ambientali” con il risultato …..e su questo vorremmo stendere un velo pietoso!!!

A Orione è facile appoggiare una mozione che invita, per esempio, il sindaco e la giunta ad impegnarsi a parlare con la regione, con il ministero, l’unione europea, ecc. a sostenere questo e quest’altro, ecc…..ma è molto più difficile darsi degli obiettivi concreti, misurabili, su cose ben determinate.
Più facile fare una scuola stretta, perché utile anche alla propaganda, che cercare di cambiare in positivo i comportamenti di una comunità e dell’ente che la governa.
Non sono i soldi che mancano per cercare di fare qualcosa di utile: al convegno promosso dall’unione dei comuni ….della costellazione di Orione, è stato annunciata la splendida dotazione finanziaria del comune di …..Orione, solo per effetto della fusione.
Quello che manca a questa amministrazione, cioè quella di ..Orione, è l’ambizione di fare bene, quello che ha invece è la voglia di apparire che ha tanto sapore di mediocrità.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>