Formula 1, GP d’Australia: trionfa Hamilton, ottimo terzo posto di Vettel con la Ferrari

di 

15 marzo 2015

Parte la stagione della F.1 con l’ennesima e scontata doppietta Mercedes, trionfa il campione in carica Hamilton regolando il compagno Rosberg, fin qui come detto tutto secondo copione. Il duo della Stella d’Argento molto probabilmente ripeterà diverse volte questo risultato anche in questa stagione, realisticamente è impossibile pensare che la “panzer” division di Stoccarda, se non per guai meccanici o errori dei piloti, possa lasciare spazio agli avversari per quanto riguarda il gradino più alto del podio.

Vettel guarda in alto

Vettel guarda in alto

La Ferrari c’è, ottimo terzo posto per Vettel e buona gara di Raikkonen, fermato da un errore madornale del box,che fissandogli male la ruota posteriore al pit-stop, ha costretto il finlandese a parcheggiare la sua “Rossa”, mandando in fumo un quarto posto importante per il mondiale costruttori. Resta comunque positivo il debutto della SF-T 15 e del quattro volte iridato Vettel, “odiato” nemico fino a pochi mesi fa, capace però di inserirsi subito nell’ambiente Ferrari con delle prestazioni significanti dai test fino al risultato odierno, il massimo che si poteva ottenere. Se aggiungiamo la prestazione di Raikkonen,autore anche di alcuni giri veloci, in casa Ferrari pensiamo possono essere soddisfatti. Siamo solo all’inizio e il bel duello di Vettel con la Williams di Massa, lascia intendere che anche il mondiale degli “altri” sarà combattuto, in attesa della Red Bull per adesso in ombra, con addirittura il giovane Kvyat che non ha nemmeno preso il via.

Buona anzi strabiliante,se consideriamo il budget la prestazione della Sauber, la scuderia elvetica che utilizza la Power-Unit e il cambio Ferrari, piazza il debuttante brasiliano Nasr al 5° posto e il compagno Ericsson all’ottavo. Da incubo il debutto della McLaren-Honda, dopo il “giallo” di Alonso, il team anglo-nipponico in Australia ha piazzato all’undicesimo ed ultimo posto Button, mentre Magnussen sostituto dello spagnolo non ha preso il via, al debutto ci può stare anche per un team blasonato, quello che ha reso “ridicola” la prestazione sono i tempi di Button addirittura 4 secondi più lento della Mercedes.

Fra i debuttanti detto di Nasr, discrete anche le performance dei “baby driver” della Toro Rosso, Max Verstappen e Carlos Sainz jr.,37 anni in due (!), il 17enne Verstappen prima del ritiro si è mantenuto sempre fra i primi sette, Saiz jr. ha concluso 9° con qualche pasticcio e incertezza.

Il Mondiale è iniziato sotto degli aspetti deludenti per non dire sconcertanti, che portano a delle considerazioni che come tutti dai media agli appassionati predichiamo da tempo e che dovrebbero far riflettere i “padroni” di questo sempre più circo anziché circus, dopo il caso Alonso, a Melbourne si sono schierate 15 (sic!) vetture tra rotture,infortuni di piloti, con la Manor-Marussia presente solo ai box per poter essere al via in uno dei prossimi ( non si quale) gran premio. Dopo pochi giri sono rimasti in dodici per finire in undici, questo il frutto di regolamenti assurdi e costosissimi, di regole comportamentali anch’esse esose ed imposte in modo dittatoriale,il tutto a svantaggio dello spettacolo- padroni della F.1 se volevate tenerci lontani dagli autodromi e farci addormentare davanti alla tv, potevate spendere meno!!!

 

Classifica Gran Premio Australia

  1. Hamilton –Mercedes
  2. Rosberg- Mercedes
  3. Vettel- Ferrari
  4. Massa-Williams-Mercedes
  5. Nasr- Sauber-Ferrari
  6. Ricciardo- Infiniti Red Bull
  7. Hulkenberg- Sahara Force India
  8. Ericsson-Sauber-Ferrari
  9. Sainz jr.- Scuderia Toro Rosso
  10. Perez- Sahara Force India

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>