Giornate Fai di primavera, ecco i luoghi della nostra provincia aperti e visitabili sabato e domenica

di 

18 marzo 2015

PESARO – Palazzo Del Monte Baldassini (il giardino), palazzo Almerici e biblioteca Oliveriana, palazzo dell’Economia Corporativa di Pesaro (sede Camera di commercio di Pesaro e Urbino), orti Giuli e osservatorio Valerio. Sono i quattro luoghi di Pesaro che sarà possibile visitare in occasione delle XXIII Giornate Fai di Primavera, in programma sabato e domenica prossima.

Otto in totale i luoghi scelti dal Fai (Fondo ambiente italiano) in tutta la provincia. Oltre a Pesaro, a Urbino sarà possibile visitare l’oratorio di San Giovanni e l’oratorio di San Giuseppe; a Fano Palazzo Marcolini e a Cagli palazzo Tiranni – Castracane.

IL FAI

Le Giornate FAI (Fondo ambiente italiano) di Primavera sono l’evento più importante organizzato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano, che in quest’occasione spalanca le porte di tantissimi luoghi in tutta Italia per far conoscere e amare i tesori d’arte e natura del nostro Paese.

Ci prendiamo cura dei luoghi meravigliosi che ci vengono affidati: ci occupiamo del loro restauro per poterli aprire al pubblico in modo che tutti possano goderne. Nei 30 Beni regolarmente aperti al pubblico, dei 50 di cui ci prendiamo cura, organizziamo oltre 150 manifestazioni all’anno perché possano essere apprezzati da tutti come luoghi da vivere e non solo da ammirare.

Ci rivolgiamo ai cittadini di tutte le età con attività di educazione e sensibilizzazione al valore fondamentale dei nostri Beni culturali e paesaggistici; perché siamo convinti che conoscere sia il primo passo per amare e dunque difendere qualcosa che ci appartiene.

Ci occupiamo del paesaggio a rischio e minacciato: raccogliamo gli appelli delle comunità locali, facciamo segnalazioni alle istituzioni competenti, interveniamo direttamente laddove possibile.

Non potremmo portare avanti questa grande missione senza chi ci sostiene: i volontari, le aziende e le istutuzioni, gli iscritti FAI, che credono nel nostro lavoro e scelgono di stare al nostro fianco ogni giorno. Iscriviti al FAI, contribuirai concretamente a proteggere l’arte e la natura italiane.

LE FOTO

Questo slideshow richiede JavaScript.

LA CONFERENZA DI PESARO

Alla conferenza di presentazione erano presenti tra gli altri l’assessore alle Nuove opere e manutenzioni Andrea Biancani, la delegata Fai di Pesaro e Urbino Fiammetta Malpassi, Il presidente Ente Olivieri Riccardo Paolo Uguccioni, il presidente della Camera di commercio Alberto Drudi e dirigenti scolastici.

Nel suo intervento Biancani ha sottolineato la forte collaborazione tra Comune e Fai in occasione dell’evento. “Siamo davvero orgogliosi della collaborazione che si è creata tra la città di Pesaro e il Fai – dice Biancani –. Innanzitutto faccio i complimenti per i luoghi individuati, perché si tratta di spazi che senza dubbio attireranno la curiosità di tantissimi cittadini. Sarà un’occasione importante per mostrare il ricco patrimonio della nostra città”.

Biancani ha tenuto in particolare anche a ringraziare tutti i collaboratori del Comune che hanno lavorato in grande sinergia all’evento: l’architetto Margherita Finamore “che ha fatto un lavoro egregio di coordinamento, e il Centro operativo che ha svolto interventi importantissimi, in particolare Marco Colonesi che ha coordinato gli operai e Aroldo Pozzolesi e si è occupato dell’osservatorio Valerio”.

Anche il presidente della Camera di commercio Drudi si è unito ai ringraziamenti “che vanno a chi ha collaborato a questa iniziativa, ma anche a chi ha lavorato per abbellire le aree e i siti individuati”. Alla Camera di commercio, sarà anche possibile visitare una mostra dal titolo “Mario Ridolfi Pesaro e il Palazzo dell’Economia Corporativa”, che verrà inaugurata sabato 21 marzo alle ore 17.

Si tratta – ha spiegato Drudi – di una mostra che proporrà anche i progetti scartati per realizzare la sede camerale. Sono progetti molto belli che non comprendevano solo la realizzazione dell’edificio, ma anche la sistemazione di tutta quell’area di Corso XI Settembre, che avrebbe dato anche un volto diverso alla città”.

Al delegato Fai Fiammetta Malpassi il compito di presentare i luoghi prescelti.

Ringrazio innanzitutto l’Aminsitrazione comunale per aver accolto con grande favore le nostre proposte – ha esordito – e per aver collaborato così attivamente a rendere migliori gli spazi prescelti. Abbiamo inoltre organizzato una vera e propria ‘rete’, ricca di volontari che hanno voluto unirsi a noi, ma soprattutto abbiamo avuto una grande collaborazione da parte delle scuole.

A fare da ciceroni a palazzo Baldassini saranno gli studenti del liceo classico “Mamiani”, in questo caso però l’apertura sarà riservata solo ai soci Fai, che comunque potranno averire anche il sabato, iscrivendosi sul posto.

Gli alunni della scuola media Dante Alighieri faranno da ciceroni a palazzo Almerici, mentre alla Camera di commercio gli studenti del liceo artistico Mengaroni; per quanto riguarda gli orti Giuli, a fare da ciceroni saranno gli studenti dell’istituto agrario, per il parco, i geometri per quanto riguarda la parte del restauro delle mura e quindi gli studenti del liceo scientifico Marconi per l’osservatorio Valerio.

Assente alla presentazione, per impegni fuori Pesaro Daniele Vimini vicesindaco e assessore alla Bellezza, che ha voluto comunque esprimere la propria soddisfazione per l’evento, rimarcando “la piena comunione di intenti tra questa iniziativa e gli obiettivi del Comune nella scelta preziosa di apertura alla fruizione consapevole del pubblico, dunque alla conoscenza e all’esperienza diretta, di luoghi solitamente ‘chiusi’ o dall’accesso limitato per ragioni diverse. Fra le sedi protagoniste del weekend ci sono infatti luoghi comunali come gli Orti Giuli e l’Osservatorio Valerio – per l’occasione oggetto di interventi di recupero – e Palazzo Almerici con la Biblioteca Oliveriana. Iniziative come quelle promosse dal FAI, con una grandissima visibilità a livello nazionale, sono dunque un’ottima opportunità per accendere i riflettori sul patrimonio culturale cittadino, favorendo direttamente e indirettamente gli sforzi dell’Amministrazione volti al rilancio e alla riqualifica degli stessi”.

L’adesione dell’Ente Olivieri – Biblioteca e Musei Oliveriani

Nell’intento di divulgare la conoscenza del proprio patrimonio, l’Ente Olivieri aderisce con piacere e con profonda convinzione alle giornate FAI di primavera 2015.

Nei giorni 21 e 22 marzo prossimi, oltre agli altri luoghi “aperti” in Pesaro dal FAI – il palazzo Del Monte-Baldassini, il palazzo dell’Economia corporativa (Camera di commercio), gli Orti Giulii e l’osservatorio “Valerio” –, sarà aperto al pubblico anche palazzo Almerici, sede della prestigiosa Biblioteca Oliveriana, fondata da Annibale Abbati Olivieri Giordani con suo testamento nel 1787.

La “parte” oliveriana delle giornate FAI comprende sabato 21 e domenica 22 marzo 2015, ore 10.00-12.30 e 15.00-18.30: visite guidate a cura degli Apprendisti Ciceroni ® dell’istituto comprensivo “Dante Alighieri”.

Come iniziative collaterali sabato 21 e domenica 22, alle ore 11.00 e alle 16.30: visita guidata a cura della prof.ssa Anna Maria Benedetti.

Domenica 22 alle ore 17.30, infine, un momento musicale in collaborazione con il Conservatorio “Rossini”.

Un particolare ringraziamento all’arch. Fiammetta Malpassi, capo delegazione del FAI di Pesaro e Urbino; alla prof.ssa Anna Maria Benedetti, del FAI; al presidente del Conservatorio Rossini dott. Maurizio Gennari e al direttore m° Ludovico Bramanti; agli studenti, ai docenti e alla prof.ssa Anna Maria Della Chiara, dirigente dell’i.c. “Dante Alighieri”.

Un ringraziamento – spiega Fiammetta Malpassi, capo delegazione – va ai componenti della  Delegazione di Pesaro e Urbino, del Gruppo Fai Fano e del Gruppo Fai Giovani, e soprattutto ai nuovi delegati ed i giovani che, nonostante gli impegni pressanti di famiglia e lavoro, riescono a trovare il tempo per lavorare con entusiasmo a favore del FAI con l’obiettivo di dare il loro contributo al grande progetto di salvare il nostro patrimonio nazionale di arte e natura e di trasmetterlo alle generazioni future!

Delegazione FAI Pesaro e Urbino:

Capo Delegazione: Fiammetta Malpassi
Vice Capo Delegazione: Eugenia Ligi Ruperti
Segretaria: Ilaria Tadei
Delegato Cultura: Anna Maria Benedetti
Delegato Territorio: Antonella Melone
Delegato Scuola: Enrico Dardanelli
Delegato Iscrizioni
e Raccolta Fondi: Arianna Taboni
Delegato Formazione
e Volontari: Chiara Giovanetti
Delegato esperto
informatica/comunicazione: Mirko Arduini
Altri Delegati: Clelia Renzetti
Federico Di Caro
Giacomo Zanchetti
Capo Gruppo Fai Fano: Anna Maria Ara Siccoli
Capo Gruppo Fai Giovani: Francesco Cangiotti

 

Giornate di Primavera 21/22 marzo

Intermezzi musicali

PESARO

Sabato 21 marzo, h 10 Palazzo Baldassini

Violino Cecilia Cartoceti

Musiche di Bach,Ysaÿe

Domenica 22 marzo, h 10 Orti Giuli

Ensemble di clarinetti

Clarinetto Veronica Morganti, Orlando Pacheco,

Mirko Ricci, Alex Russo,

Laura Veroli e Carlos Villanueva

Clarinetto basso Myrto Frenkli e Federico Mietti

Direttore M° Agide Brunelli

Musiche di Bach, Haydn e Mozart

Domenica 22 marzo, h 17.30 Palazzo Almerici

Ensemble Barbarino

Soprano Annalisa Cancellieri

Viola da gamba Luca Favoni

Liuto Lorenzo Antonelli

Tiorba Jacopo Sabina

Musiche di Landi, Simpson, Brunelli,

Hume, Ortiz e Monteverdi

FANO

Domenica 22 marzo, h 17.30 Palazzo Marcolini

Chitarra Irene Placci Califano

Flauto Stella Chissotti

Musiche di Villa-Lobos, Fauré,

Milhaud, Ibert e Bizet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>