Riflessioni di un’aspirante psico-sessuologa

di 

18 marzo 2015

Alle ragazze si sa, piace chiacchierare, parlare, dire di sé. E dire di sé significa esprimere le proprie emozioni, paure, curiosità. E le curiosità sul sesso, si sa, non mancano mai.

Gustave Courbet

Gustave Courbet

ESTERNO: tre donne. Bevono un bicchiere di vino e spizzicano tartine …

Parlano tra loro. Dai loro gesti si capisce che sono in confidenza, da oggi, da sempre.

È tangibile che parlano di qualcosa che le unisce, che le incuriosisce …

Sono attratta dalle loro risa sguaiate e dalle guance, diventate rosse, di una di loro.. la più timida sembrerebbe.

Ma di che cosa parlano?

Allungo l’orecchio e ascolto …

Parlano di sesso, parlano delle loro esperienze, parlano dei loro partner.

Parlano di sè.

I discorsi passano dai più frivoli, a quelli più anatomo- scientifici, per ritornare poi a parlare con leggerezza di quello che il sesso è: unione di corpi, unione di emozioni.

Perché non ci si sofferma mai a pensare che cosa è il sesso e cosa è la sessualità.

Siamo troppo abituati a pensare al sesso e non a pensare IL sesso.

Cambiare il punto di vista ci permette di considerare la dimensione sessuale come qualcosa di intimo, come una sorta di termo-regolatore interno che ci segnala come stiamo, cosa sentiamo.

Perché la sessualità cambia con il nostro umore, con il nostro stato d’ animo, cambia pelle ogni volta. La pelle quel confine che la natura ha voluto mettere tra me e te, tra me e il mondo che mi sta intorno. Ha voluto darmi una protezione.

Protezione della mia intimità, del mio Io più nascosto, quello che nemmeno io riesco a vedere nitidamente sempre. La pelle segna i confini del corpo, e quando penso Il sesso penso proprio a questi corpi che si trapassano, si uniscono in un groviglio di ormoni, secrezioni, umori, emozioni.

L’odore del sesso non è mai lo stesso. Ogni incontro sessuale è momento a sé.

INTERNO: una giovane donna esperta in psico- sessuologia. Beve un bicchiere di vino, proprio nello stesso bar dove quelle tre giovani donne parlano, ridono, si confrontano. Non posso certo non considerare il fatto che i loro discorsi mi attraggono, come l’ ape è attratta dal miele, un po’ forse è deformazione professionale, un po’ sicuramente è curiosità. Ma la maggior parte dell’ attrazione non arriva dal flusso costante di parole, arriva dalla loro postura, dal ritmo della loro voce, le parole sono in secondo piano perché ho smesso di ascoltare per iniziare a sentire.

Il sesso è sensorialità.

Gli uomini per lo più guardano e vogliono ascoltare.

Le donne vogliono guardare e guardarsi e farsi guardare,

Ascoltare, ascoltarsi e farsi ascoltare.

Toccare, toccarsi ed essere toccate

Annusare, annusarsi ed essere annusate.

È questa forse la differenza principale tra il sesso per le donne e il sesso per gli uomini?

Una diversa attivazione sensoriale?

Già nel 1975 H. Kaplan l’ aveva scoperta…

Il sesso è sensorialità ed è per questo che per far ritrovare l’ intimità di coppia prescriveva gli “esercizi di focalizzazione sensoriale”.

Che brutta parola esercizio quando si parla di sesso. Il sesso è libertà, scoperta, infrangere i tabù…

Si il sesso è anche questo …

Ma provate un pò sta sera, nell’ intimità della vostra alcova a focalizzarvi sui vostri cinque sensi, su quelli del vostro partner, della vostra partner, scopri il tuo corpo, scopri il suo senza l’ esigenza dell’ orgasmo, senza l’ esigenza dell’ amplesso.

Prova a scoprire che cosa unisce il tuo corpo al suo.

*dottoressa in psicologia esperta in Psico – sessuologia e vice- presidente de.Sidera

 

DeSidera: chi siamo

L’ associazione di psicologia e sessuologia “de.Sidera” vuole essere uno spazio culturale di discussione di tematiche psico- sessuologiche, un momento per riflettere sulla propria sessualità, per rendersi consapevoli che il piacere, in ogni ambito, è accessibile, basta volerlo.

L’ associazione “de.Sidera” è formata da psicologhe e sessuologhe e si occupa inoltre di servizi alla persona attraverso consulenze all’ individuo, alla famiglia e alla coppia e fornisce servizi di consulenze ai professionisti.

Siamo a Fermignano e potete seguirci su:

www.desidera.psico@wordpress.it

www.facebook.com/desiderando

oppure contattarci su

desidera.info@gmail.com

cell. 348 6516339

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>