No Tav, a Cagli e Pesaro si spiegano le occasioni del dissenso

di 

19 marzo 2015

Locandina No TavCAGLI – Perché migliaia di persone, da più di venti anni, si oppongono alla realizzazione di un’opera Considerata di “interesse strategico”?Perché un movimento come quello NOTAV è divenuto famoso in tutto il mondo e continua a raccogliere solidarietà e sostegno da centinaia di migliaia di persone?

In cosa consiste, di preciso, il progetto di Treno ad Alta Velocità Torino-Lione e quali sono le informazioni che gli ordinari canali di comunicazione ci nascondono?

Quali sono e saranno i costi ambientali e sociali prodotti dal TAV ?

A queste e ad altre domande daremo una risposta grazie all’intervento di Andrea Merlone attivista NOTAV e ricercatore presso l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica(firmatario dell’Appello dei 360) e Simonetta Zandiri attivista NOTAV e redattrice del TG Maddalena canale di informazione video del movimento.

E’ prevista la proiezione di immagini e video.

Incontri promossi da La Lupus in Fabula, in collaborazione con: Progetto Acqua, Spazio Pubblico Autogestito Squola, Comitato Notubo, Associazione Contemporaneo, Legambiente Urbino, Legambiente Pesaro, Associazione Culturale LiberaMente, Spazio Autogestito Grizzly, Centro Sociale Autogestito Oltrefrontiera.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>