PesaroFano, contro Aosta missione-riscatto. Ganzetti: “Un calo ci poteva stare, ma ora torniamo a correre”

di 

20 marzo 2015

Italservice PesaroFano: Ganzetti, Tonidandel e D'Angelo

Italservice PesaroFano: Ganzetti, Tonidandel e D’Angelo

PESARO – Il posticipo per rimettere il turbo e riprendersi subito il secondo posto. La Coppa Italia di A2 è lì, in bacheca che brilla. Ed è ancora difficile guardarla senza perdersi in ricordi ed emozioni. Ma il campionato è ripreso e il PesaroFano dopo un turno di comprensibile calo e conseguente sconfitta col Lecco, è chiamato a dimostrare la sua maturità. E’ chiamato a fare ciò che ha fatto per mesi: “pedalare”.

Della serie “chi si ferma è perduto”… l’esame alle porte risponde al nome dell’Aosta, squadra che lotta per salvarsi ma molto tosta. Squadra che, tanto per capirci, sabato scorso nel primo tempo vinceva 2 a 0 contro la capolista Orte e alla fine ha perso solo di misura, 4 a 3. E’ assolutamente necessario provare a mettere da parte il pensiero del trionfo di due settimane fa e concentrarsi esclusivamente su questo incontro. Più in generale sul campionato.

Una serie A2 che per i biancorossogranata nella quartultima di campionato sarà in posticipo. La sfida contro i “nordici” è fissata infatti per domenica 22 marzo alle ore 16.30 al PalaFiera.

“A Lecco non siamo riusciti a esprimerci come avremmo voluto – fa il punto Andrea Ganzetti – Nessun alibi, anzi merito ai nostri avversari che hanno giocato col coltello fra i denti e vinto meritatamente. Ma garantisco che noi ce l’abbiamo messa tutta. Un calo post-coppa? E’ possibile, anche se in settimana avevamo lavorato per evitarlo”. Diciamo che ci poteva stare. Ma se un dazio era da pagare, l’auspicio è che il conto sia stato saldato. “Contro l’Aosta in casa nostra vogliamo tornare a vincere – seguita il golden boy anconetano – Sarà dura come sempre perché loro devono salvarsi e verranno qua per fare punti, ma anche perché noi saremo privi del nostro capitano Tonidandel”.

Si gioca di domenica. “Non so che risposta in termini di pubblico possa dare giocare di domenica pomeriggio, mi auguro buona come o meglio delle altre volte in questa stagione, dove spesso il pubblico è stato caloroso al nostro fianco. Ciò che più conta però è che torniamo a giocare come sappiamo e possibilmente a fare i 3 punti. Il mister l’ha anche detto pubblicamente in settimana: chiudere al secondo posto sarà dura. Ci proveremo ma non è un assillo. La cosa più importante è arrivare ai playoff nelle migliori condizioni psico fisiche possibile. E di tappe per crescere ne sono rimaste poche, quindi riprendiamo a correre subito”.

Ribadiamo: PesaroFano-Aosta si gioca in posticipo: appuntamento al PalaFiera di Pesaro domenica alle 16.30. Ingresso gratuito come sempre. Spettacolo assicurato come sempre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>