Vuelle, con Milano è proprio una missione impossibile

di 

20 marzo 2015

pesaro_cantu000 copia VuellePESARO – Penultimo “Monday night” per la Consultinvest (l’ultimo sarà il 20 aprile per la trasferta di Bologna) che si appresta ad ospitare la prima della classe con la tranquillità di chi finora ha compiuto il proprio dovere, con le quattro vittorie ottenute in questo girone di ritorno che hanno messo 7 punti tra Pesaro e Caserta. Chiariamo subito che si tratta di una missione impossibile per la Vuelle, opposta ad una corazzata vera e propria come l’Emporio Armani Milano, reduce da 16 vittorie consecutive, con un roster che in Europa potrebbe non garantirgli l’accesso alle “Top 8”, ma che in Italia dovrebbe consentirgli la conquista del secondo scudetto consecutivo in una serie finale al meglio delle sette partite. Qualche dato statistico per comprendere lo strapotere degli uomini di Luca Banchi: Milano è la squadra che segna di più, quella che distribuisce il maggior numero di assist, quella che ha la migliore percentuale da due, da tre e dalla lunetta e naturalmente ha la miglior valutazione (104, contro il 61 di Pesaro). Numeri che indicano come l’Armani sia una squadra solida, senza apparenti punti deboli, che non dipende dallo stato di forma di uno o due giocatori, ma che ha nella profondità del suo roster il vero punto di forza, con una rotazione infinita dove il dodicesimo è Angelo Gigli, entrato su parquet solamente per 7 volte su 21 e l’undicesimo è l’americano Shawn James, ex Maccabi Tel Aviv, con cui ha vinto l’Eurolega da protagonista.

Vi potremmo raccontare che Milano venerdì sera sarà ad Istanbul per una trasferta lunga ed impegnativa come quella contro il Fenerbache e che Pesaro potrebbe sfruttarla per sorprendere un’avversaria che non avrà nella sfida dell’Adriatic Arena il suo match stagionale più importante, ma l’Armani non è Sassari, formazione che dipende tantissimo dalle sue percentuali da tre punti e che la Consultinvest ha rischiato di battere quindici giorni or sono. Milano è una squadra molto più fisica ed esperta della Vuelle e onestamente ci sorprenderemmo se al 40’ il distacco tra le due formazioni fosse inferiore alla quindicina di punti.

Con il match posticipato al lunedì, i tifosi pesaresi la domenica pomeriggio si potranno concentrare sui risultati delle dirette concorrenti, con Caserta che ospiterà l’Umana Venezia seconda in classifica, confronto che potrà dire molto sulle chance di salvezza della Pasta Reggia – che ha fatto ricorso contro il punto di penalizzazione inflittogli dalla Legabasket – mentre Capo d’Orlando cercherà di sbollire i postumi nervosi della sconfitta di domenica scorsa nell’impegnativa trasferta di Sassari, con Roma e Varese che cercheranno di sfruttare il turno casalingo che le vedrà opposte rispettivamente a Pistoia e Cremona, anche senza la Vuelle impegnata direttamente. In una domenica che si preannuncia piovosa, c’è sempre la possibilità di sfamare la vostra fame di basket, collegandosi al sito della Legabasket per seguire le dirette dei match delle 18.15, in un servizio che sta crescendo in qualità partita dopo partita, per poi sintonizzarsi alle 20.30 su Raisport per assistere a Caserta-Venezia.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

CONSULTINVEST PESARO (14 PUNTI) – EMPORIO ARMANI MILANO (38 PUNTI)
Lunedì 23 marzo – ore 20.00 – Adriatic Arena di Pesaro

Risultato dell’andata: Milano – Pesaro 96-61
Diretta televisiva su Raisport 1- canale 57 del digitale terrestre e 227 della piattaforma satellitare

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

Per comprendere la strapotenza del roster milanese, vi basti sapere che coach Luca Banchi non ha praticamente mai schierato il medesimo starting five, alternando ben 10 giocatori nel quintetto iniziale, inevitabile quando hai due atleti praticamente dello stesso valore tecnico per ogni ruolo: i play milanesi sono l’ex canturino Joe Ragland, comboguard con tanti punti nelle mani e MarShon Brooks, classe da vendere, anche se sta accusando qualche passaggio a vuoto di troppo nella corsa per diventare l’Mvp del campionato. Per il ruolo di guardia titolare lotta in famiglia tra i nazionali Alessandro Gentile, fermato da qualche intoppo fisico di troppo verso la strada che potrebbe anche portarlo in Nba la prossima estate, e Daniel Hackett, vero leader dell’Armani che a Pesaro non ha bisogno di presentazioni, mentre l’ala piccola titolare è l’esperto David Moss, con l’oriundo Bruno Cerella pronto ad uscire dalla panchina per mettere la sua energia sul parquet. Il settore lunghi offre a coach Luca Banchi l’imbarazzo della scelta, con l’ultimo arrivato Frank Elegar che fatica a conquistare minutaggio tra la stazza di Samuardo Samuels, la versatilità di Nicolò Melli, la tecnica del lituano Kleiza, con un campione D’Europa come Shawn James relegato al ruolo di quinto lungo e con Angelo Gigli che si accontenta spesso di guardare la partita dalla panchina.

IL DUELLO CHIAVE

Joe Ragland vs. Chris Wright
Il play milanese ama giocare in velocità, cercando di coinvolgere i compagni senza disprezzare di piazzare le sue triple mancine da sette metri, mentre Wright è la chiave del gioco pesarese, l’unico in grado di mettere in ritmo i compagni, senza dimenticarsi di segnare una quindicina di punti a serata.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

E’ il rischio di avere una rotazione ridotta all’osso: basta una defezione di uno solo degli otto titolari e la panchina da corta diventa cortissima, complicando maledettamente il tuo cammino verso la salvezza, la broncopolmonite che ha colpito Tommaso Raspino lo terrà fuori dai giochi per diverse settimane e, mancando cinquanta giorni alla fine del campionato, c’è anche il rischio che l’ex biellese non ritrovi in tempo lo stato ideale di forma, dopo una cura che lo debiliterà fisicamente. Che mancasse un lungo italiano alla Consultinvest lo sosteniamo da un paio di mesi, soprattutto da quando Ricky Paolini è diventato head coach e una delle prime mosse che ha compiuto è stata quella di escludere Nicholas Crow dalle rotazioni (9 minuti di utilizzo totale in 7 partite), non per un’antipatia personale nei confronti del giocatore, ma perché Crow finora non ha dimostrato di sapersi rendere utile in questa serie A, dove servono fisicità e tecnica per contrastare il pacchetto lunghi avversario, doti che l’ex Forlì non può inventarsi di sana pianta, in fin dei conti la scorsa estate si esaltavano più le sue doti di tiratore che d’uomo d’area, ma l’uno su diciotto da tre punti non depone neanche a favore di questa tesi.

L’assenza di Raspino costringerà Paolini a reinserire Crow nelle rotazioni, ma soprattutto farà slittare per diversi minuti Ross da numero quattro, ruolo che LaQuinton ha sempre detto di non gradire, con il solito pericolo che la situazione falli di Judge e Lorant faccia saltare tutti i piani prepartita. Finora lo staff societario biancorosso ha ritenuto questo roster sufficiente per raggiungere la salvezza senza intervenire sul mercato, scelta che non abbiamo mai condiviso, adesso, al di là dei tempi di recupero di Raspino, al quale auguriamo una pronta e completa guarigione. Crediamo che sia arrivato il momento di muoversi sul mercato, andando ad ingaggiare magari quel David Brkic che non sta giocando da oltre un mese a Napoli per il ritardo con cui la società partenopea sta pagando gli stipendi. Dopo il match con Milano, la Consultinvest è attesa da sette spareggi salvezza, con l’obiettivo di portarne a casa almeno tre per non doversi guardare costantemente alle spalle, spendere 10-15 mila euro per cercare di rimanere in serie A non ci sembra un investimento così oneroso in fondo.

LA VENTITRESIMA GIORNATA IN PILLOLE

Si parte sabato sera con il derby tra una Reggio Emilia in crisi di risultati e una Bologna lanciata verso i playoff, mentre nei match domenicali, Venezia cercherà di consolidare il suo secondo posto nella difficile trasferta di Caserta, con Sassari pronta ad appaiarla in classifica se supererà Capo D’Orlando, Trento ha l’occasione di staccare la concorrenza ospitando una Sidigas Avellino in caduta libera, con Brindisi-Cantù che appare già una sfida importante in chiave playoff, mentre Pistoia e Cremona sono attese da due trasferte complicate sui parquet di Roma e Varese alla ricerca di punti salvezza.

I PROSSIMI MATCH DELLA CONSULTINVEST

Domenica 29 marzo ore 18.15
Umana Venezia – Consultinvest Pesaro

Sabato 4 aprile ore 20.30
Consultinvest Pesaro – Vanoli Cremona

Sabato 11 aprile ore 20.30
Dolomiti Energia Trento – Consultinvest Pesaro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>