Fano corsaro: il solito Sivilla e il baby Favo timbrano il 2-1 sulla Civitanovese. Ora la vetta è più vicina

di 

22 marzo 2015

CIVITANOVESE – A.J. FANO 1-2
CIVITANOVESE (4-3-2-1): Silvestri, Passalacqua (42′ st Rapagnani), Mioni, Bensaja, Morbiducci, Cossu, Ruzzier (1′ st Degano), Bigoni, Amodeo, Massaccesi (23′ st Shiba), Margarita. A disp. Screpanti, Di Pentima, Mosca, Forgione, Caldaroni, Magini. All. Giorgio Carrer
A.J. FANO (4-4-2): Ginestra, Moretti, Cesaroni, Lunardini, Nodari, Torta, Sivilla (35′ st Sartori), Favo (42′ st Gambini), Gucci, Borrelli, Marconi (28′ st Lo Russo). A disposizione: Marin, Bussaglia, Bianchi, Sassaroli, Carsetti, Fatica. All. Marco Alessandrini
ARBITRO: Luca Zufferli della sezione di Udine (Davide Baldelli – Rodolfo Zambelli di Reggio Emilia).
RETI: 14′ pt Sivilla, 20′ st Favo, 39′ st Degano
NOTE: espulsi al 22′ st Mioni (fallo di reazione), al 45′ st Sartori (fallo di reazione). Ammoniti: 37′ pt Morbiducci (proteste), 43′ pt Massaccesi (gioco falloso), 12′ st Torta (gioco falloso). Corner: 6-5. Recupero 4’+5′. Spettatori 500 circa

Sivilla in azione tra due avversari

Sivilla in azione tra due avversari

CIVITANOVA MARCHE (Macerata) – Anche l’Alma Juventus Fano preleva i 3 punti dal “Polisportivo Comunale” ormai diventato un munifico bancomat per coloro che incrociano le lame con la Civitanovese. Per i granata 17esimo risultato utile di fila.

Non perde tempo la seconda forza del torneo per inserire la tessera: Lunardini innesca Gucci mettendolo a tu per tu con Silvestri. L’ex Correggese non trova il tempo per la conclusione, ma riesce comunque a dare indietro all’accorrente bomber Sivilla che timbra il cartellino penetrando in area. L’Alma può chiudere la contesa subito dopo, quando Zufferli concede la massima punizione per una trattenuta di Morbicucci su Nodari, ma Borrelli dal dischetto si fa ipnotizzare da Silvestri. La truppa di Alessandrini deve così attendere la ripresa per mettere in ghiacciaia la vittoria approfittando del gol di Favo, deviato da Massaccesi, sugli sviluppi di un cross di Marconi.

Centrato il 2-0, il match si pone su un piano inclinato per i granata grazie anche all’ingenuità di Mioni che si fa espellere per un fallo di reazione. Attenzione però, la Civitanovese non è matata. Anzi. I rossoblù di mister Carrer sono più che vivi. Degano accorcia le distanze con un’azione personale d’autore, Sartori non riesce a tenere a bada i nervi e si fa espellere pareggiando l’inferiorità numerica. Si tenta il tutto per tutto, ma Ginestra non deve ricorrere agli straordinari per salvare il risultato.

Non ci si può esimere, infine, di assegnare una nota di merito a Marco Passalacqua, difensore classe 1997 cresciuto nel vivaio rossoblù della Civitanovese, che ha bagnato il suo debutto in prima squadra con una prestazione molto diligente prima di lasciare spazio all’altro esordiente, anch’egli 1997 e civitanovese doc, Lorenzo Rapagnani per il forcing finale.

Una vittoria che permette all’Alma di riportarsi a meno 6 dalla capolista Maceratese, fermata sul 2-2 a Campobasso.

La cronaca

4′ pt, Mioni prova dalla distanza considerando le pesanti condizioni del fondo di gioco: Ginestra blocca in due tempi.
14′ pt, Lunardini apre per Gucci il quale, nonostante la buona posizione, non ce la fa ad agganciare al meglio il cuoio per sferrare il tiro, ma comunque riesce a pescare l’accorrente Sivilla che entra in area e fredda Silvestri sotto la traversa.
17′ pt, Morbiducci trattiene Nodari in area e per Zufferli è calcio di rigore.
18′ pt, Silvestri è bravo ad ipnotizzare Borrelli dal dischetto respingendo la sfera con i pugni.
20′ pt, Favo conclude debolmente di testa da sottomisura sugli sviluppi di un corner. La palla resta nell’area piccola e la difesa rossoblù riesce a sbrogliare.
23′ pt, Alma ancora pericolosa sui calci d’angolo: prima Gucci poi l’ex Torta non riescono a spingere in rete il pallone nel cuore dell’area piccola.
14′ st, bravo Ginestra a deviare in corner con la punta delle dita una punizione del neoentrato Degano. Lo stesso ex Ancona va sul dischetto pennellando una bella traiettoria per la testa di Amodeo che non trova la via della rete.
17′ st, Bensaja non riesce ad approfittare di un malinteso difensivo del pacchetto arretrato fanese.
20′ st, Marconi crossa dalla destra, la palla arriva al limite dell’area dove Favo sgancia il destro che si va ad insaccare grazie alla decisiva deviazione del malcapitato Massaccesi.
22′ st, espulso Mioni per fallo di reazione su Gucci.
25′ st, palombella di Bensaja, alta.
35′ st, Margarita mette a lato di testa.
39′ st, Degano accorcia le distanze grazie ad una pregevole azione personale.
45′ st, espulso Sartori per fallo di reazione. Anche il Fano è in dieci.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>