Zeta System Urbino, il solito film anche a Montichiari. Che paura per Lestini

di 

22 marzo 2015

SANITARS METALLAEGHE MONTICHIARI. – ZETA SYSTEM URBINO VOLLEY 3 – 0
(25 – 15; 25 – 15; 25 – 22)

SANITARS METALLEGHE MONTICHIARI: Dalia 2, Brinker 11, Tomsia 16, Alberti 6, Olivotto 6, Vindevoghel 11, Gioli 5, Carocci L, Mingardi, Milani, Serena, Saccomani, Zampedri. All: Barbieri

ZETA SYSTEM URBINO: Agostinetto 1, Leggs 4 Santini 9, Spelman 5, Walker 1, Lestini 8, Bruno L, Fresco 6, Zecchin 1, Giacomel , Vujko 1 All: De Brandt

Arbitri: Sessolo, Spinnicchia

Note: METALLEGHE SANITARS Battute Sbagliate 6, Batt. Vincenti 3, ricez.51 %Muro pt 2. ZETA SYSTEM URBINO Batt. sbagliate7. vincenti 2 ricez 58% muro pt 5

MONTICHIARI – Le Aquile Ducali non riescono nemmeno in terra bresciana a conquistare punti importanti ai fini del morale e cercano di svegliarsi dal momento in cui i giochi sembrano essere arrivati alla fine. I tre set partono nelle stesse modalità. Nel corso del primo. parziale sembra tutto molto equilibrato fino all’11 – 10, quando la solita decisione arbitrale discutibile mette in difficoltà il precario equilibrio della Zeta System. Il dominio delle padrone di casa, a quel punto sembra essere scontato, infatti le Aquile Ducali sembrano avere lasciato il mordente prima dell’undicesimo punto e la conquista del parziale per le padrone di casa è agevole.
Al cambio di campo Santini e Lestini mettono maggiore determinazione ed incisività, tanto da riuscire ad imporre non solo il gioco, ma soprattutto il parziale fino l’11 – 9. Vindevolghel e Brinker, a Montichiari alzano il tono di gioco, la ex Dalia distribuisce il gioco in maniera impeccabile e una palla caduta fra Lestini e Leggs è in grado di rompere l’equilibrio fino ad ora dimostrato dalla Zeta System. La corsa verso la conquista del scondo set, per le padrone di casa è in discesa e dopo 23 minuti si torna al cambio di campo.
Il terzo set vede nuovamente protagoniste le aquile ducali, ma a corrente alternata, tanto che la Metalleghe è quasi convinta di dovere allungare i tempi dell’incontro. Quando Santini e Leggs sembrano avere fiducia nei propri mezzi si ritrovano a lasciare andare in agilità le padrone di casa verso una vittoria importante. Momenti di timore, nelle file della Zeta System, quando nell’ultima azione l’attaccante abruzzese Lestini è protagonista di una rovinosa caduta dopo un attacco, a causa di una distorsione alla caviglia sinistra. Dopo le preoccupazioni iniziali la giovane si alza ed esce dal campo sulle sue gambe. Ultimo appuntamento per questa stagione, con un velo di amaro in bocca, sabato 28 marzo, fra le mura del Palamondolce, contro la Savino del Bene Scandicci della ex Garzaro.

M. Novella Ferri

LE FOTO DI ANDREA CECCARINI:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>