Scambio di classe, studenti pesaresi in Cina, Panama e Repubblica Domenicana. La città incontra olandesi e polacchi.

di 

23 marzo 2015

Incontro a Pesaro per lo Scambio di classe per l’Istituto Comprensivo Evangelista da Piandimeleto” di
Piandimeleto e due scuole di pari grado della città di Emmen, in Olanda, e della polacca Wroclaw, una ottantina di ragazzi ospiti e ospitanti saranno a Pesaro nel pomeriggio di martedì 24 marzo e nell’ambito della cerimonia di saluto con le autorità si terrà anche la presentazione dei ragazzi in partenza con borse di studio Intercultura 2015/16. Nove ragazzi italiani hanno deciso di frequentare un periodo di studio all’estero grazie ai programmi di Intercultura durante il prossimo anno scolastico: andranno in Cina, Danimarca, Finlandia, Repubblica Domenicana, Panama e USA

PESARO – Pesaro si prepara ad accogliere un gruppo di 31 adolescenti olandesi della scuola Carmelcollege di Emmen e 12 studenti polacchi del liceo “Gimnazjum 34” di Wroclaw. Le due classi faranno visitia a 25 loro coetanei, studentesse e studenti dell’Istituto Comprensivo “Evangelista da Piandimeleto”, grazie ad un programma di scambio di classe organizzato da Intercultura e dagli insegnanti dell’istituto, che li terrà nelle Marche per una settimana dal 22 al 31 marzo.

Durante lo scambio di classe i ragazzi polacchi e olandesi verranno ospitati dalle famiglie degli studenti italiani e potranno frequentare le lezioni della scuola stessa. Sono previste anche delle escursioni alla scoperta del territorio marchigiano, ma l’evento più importante di questa settimana ricca di attività è l’incontro con le autorità cittadine della città di Pesaro, che avverrà martedì 24 marzo al Palazzo Ducale. Oltre agli studenti e agli insegnanti parteciperanno all’evento anche le famiglie dei ragazzi provenienti da Piandimeleto, Lunano, Belforte e Frontino, gli studenti stranieri accolti a Pesaro con un programma di scambio annuale di Intercultura, i volontari dell’Associazione e gli amministratori comunali, per un totale di circa 200 persone.

Una grande opportunità quindi per l’intera città che ha deciso di aprire le proprie porte a questi giovani studenti olandesi e polacchi per mostrare loro una piccola parte di Italia.

La cerimonia prevede anche la premiazione dei nove ragazzi italiani che hanno deciso di frequentare un periodo di studio all’estero grazie ai programmi di Intercultura durante il prossimo anno scolastico e che andranno in Cina, Danimarca, Finlandia, Repubblica Domenicana, Panama e USA.

Questa però è solo una parte della giornata ricca di attività. Le tre classi infatti arriveranno a Pesaro nel primo pomeriggio e avranno modo di visitare i luoghi più importanti della città dal punto di vista storico e artistico, come il teatro Rossini, il centro storico, i mosaici del Duomo, i musei civici, la casa Rossini e infine di fare una piacevole passeggiata fino alla Rocca Costanza.

Uno scambio dunque intenso e ricco di occasioni di arricchimento, che ha l’obiettivo di accrescere il bagaglio umano e culturale degli studenti dell’Istituto Comprensivo Evangelista da Piandimeleto, di quelli polacchi e olandesi. Un’esperienza costruttiva che porterà alla conoscenza di culture simili, ma diverse dalla nostra, che insieme formano la nuova identità dell’Europa.

Questo momento di incontro tra le tre classi europee è la seconda parte dello scambio di classe, che è iniziato quando ad ottobre un gruppo di studenti dell’Istituto di Piandimeleto si è recato in Olanda, mentre un secondo in Polonia a dicembre, dove sono stati accolti ed ospitati per una settimana a casa delle famiglie dei loro coetanei. Esperienza che ha permesso loro di ampliare i propri orizzonti, di crescere e di scoprire due realtà così vicine, ma diverse.

Lo scambio di classe, finalizzato allo sviluppo di competenze interculturali attraverso il confronto con una cultura diversa, sostenuto dalla Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo, è stato organizzato dagli insegnanti della scuola e dai volontari del centro locale di Pesaro Urbino dell’Associazione Intercultura, onlus che dal 1955 promuove scambi scolastici per studenti delle scuole superiori in più di 60 Paesi di tutto il mondo.

Il soggiorno in un altro Paese, sciolto dagli aspetti turistici, rappresenta un’esperienza che fa crescere nei giovani e nelle famiglie la comprensione internazionale, la conoscenza di altre abitudini di vita e di altre culture, insieme alla scoperta dei valori della propria cultura di appartenenza. L’Associazione Intercultura Onlus promuove e organizza questo tipo di scambi ed esperienze interculturali, inviando ogni anno oltre 1800 ragazzi delle scuole secondarie (due terzi dei quali grazie a borse di studio) a vivere e studiare all’estero ed accogliendo nel nostro paese giovani di ogni nazione che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole.

Per maggiori informazioni è possible contattare il la Presidente del Centro locale di Intercultura di Pesaro Urbino Laura Sfrappini Bozzoli (lbozzoli@alice.it).

Gli Scambi di Classe

Nel corso di quest’anno scolastico una cinquantina di scuole di tutta Italia sta aderendo al programma di scambio classi con Intercultura, con destinazioni molto diverse: Turchia, Cile, Cina, Russia, Australia, Polonia, Svizzera… un lungo elenco che testimonia la volontà di molte scuole di aiutare i propri studenti a conoscere con una esperienza personale progetti educativi diversi. Gli studenti con gli scambi accettano di uscire dalla “routine” di ogni giorno, si ritrovano a comunicare in un modo diverso dal solito e vivono da una a due settimane in un ambiente completamente differente, sia da un punto di vista climatico che paesaggistico.

Lo scambio è sempre bilaterale, si sviluppa in uno o due anni accademici, con le fasi di ospitalità e di invio. La scuola italiana che accetta lo scambio sceglie tra le proposte di Intercultura. In ciascuna fase la scuola ospitante (italiana o straniera) gestisce e organizza i programmi, le attività scolastiche ed esterne, la ricerca famiglie. I servizi offerti da Intercultura si concretizzano in:

  • reperimento della scuola-partner all’estero;
  • contatti e accordi internazionali;
  • documentazione organizzativa e formazione per insegnanti e studenti;
  • incontri di formazione interculturale (uno prima della partenza e uno di valutazione finale);
  • assistenza fornita da volontari del Centro Locale Intercultura nella preparazione e gestione dell’ospitalità;
  • organizzazione del viaggio (quando espressamente richiesto dalla scuola);
  • assistenza per l’ottenimento del visto (se necessario);
  • attestato di partecipazione per ogni studente.

L’Associazione Intercultura Onlus (www.intercultura.it)

L’Associazione Intercultura Onlus (fondata nel 1955) è un ente morale riconosciuto con DPR n. 578/85, posto sotto la tutela del Ministero degli Affari Esteri. Ha status di ONLUS, Organizzazione non lucrativa di utilità sociale, iscritta al registro delle associazioni di volontariato del Lazio: è infatti gestita e amministrata da migliaia di volontari, che hanno scelto di operare nel settore educativo e scolastico, per sensibilizzarlo alla dimensione internazionale. E’ presente in 150 città italiane ed in 65 Paesi di tutti i continenti, attraverso la sua affiliazione all’AFS Intercultural Programs e all’EFIL. Ha statuto consultivo all’UNESCO e al Consiglio d’Europa e collabora ad alcuni progetti dell’Unione Europea. Ha rapporti con i nostri Ministeri degli Affari Esteri dell’ dell’Istruzione, Università e Ricerca. A Intercultura sono stati assegnati il Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio e il Premio della Solidarietà della Fondazione Italiana per il Volontariato per oltre 40 anni di attività in favore della pace e della conoscenza fra i popoli. L’Associazione promuove e organizza scambi ed esperienze interculturali, inviando ogni anno oltre 1800 ragazzi delle scuole secondarie a vivere e studiare all’estero ed accogliendo nel nostro paese altrettanti giovani di ogni nazione che scelgono di arricchirsi culturalmente trascorrendo un periodo di vita nelle nostre famiglie e nelle nostre scuole. Inoltre Intercultura organizza seminari, conferenze, corsi di formazione e di aggiornamento per Presidi, insegnanti, volontari della propria e di altre associazioni, sugli scambi culturali. Tutto questo per favorire l’incontro e il dialogo tra persone di tradizioni culturali diverse ed aiutarle a comprendersi e a collaborare in modo costruttivo. Nel 2015 Intercultura celebra i 100 anni di AFS, l’organizzazione internazionale di cui è rappresentante in Italia. L’American Field Service (oggi AFS Intercultural Programs) fu fondata in Francia durante la Prima Guerra Mondiale per fornire un servizio di trasporto ai feriti e dopo la seconda guerra mondiale si trasformò nella più grande rete mondiale dedicata agli scambi scolastici internazionali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>