Zaffini (FI) applaude l’uscita di Spacca dal Pd: “Però deve fare da regista esterno, non può essere il candidato”

di 

24 marzo 2015

Roberto Zaffini

Roberto Zaffini

Roberto Zaffini*

ANCONA – Apprezziamo la decisione di Spacca di abbandonare il PD, ma ora deve compiere un passo ulteriore, deve fare il regista esterno della coalizione ed individuare un candidato governatore che rappresenta la discontinuità con i dieci anni di centro sinistra. E anche sulla base delle battaglie che ci hanno visto contrastare la riforma sanitaria, la gestione delle centrali a biogas, la gestione di Aerdorica, il dragaggio del porto, la poca attenzione verso la Provincia di Pesaro Urbino per quanto riguarda le infrastrutture, i distretti industriali e il turismo ci deve essere una svolta totale.

L’ulteriore rischio di una candidatura Spacca, oltre che non accettata da gran parte dei nostri elettori, sarebbe quello di trasformare la campagna elettorale in una rissa tra il traditore e i traditi lasciando poco spazio ai programmi per il rilancio della nostra regione. Se così non fosse l’alternativa sarebbe una coalizione Lega-Fratelli d’Italia, forte blocco di opposizione come avviene contro il governo Renzi.

*Consigliere regionale Fratelli d’Italia

Un commento to “Zaffini (FI) applaude l’uscita di Spacca dal Pd: “Però deve fare da regista esterno, non può essere il candidato””

  1. Andrea Tomasetti scrive:

    Un minimo di vergogna mai?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>