Acquisto prima casa, ecco il bando per la concessione di contributi in conto riscatto

di 

25 marzo 2015

PESARO – ECCO il bando di concorso in ambito comunale per la concessione di contributi in conto riscatto (c.d. buoni riscatto) per l’acquisto della prima casa dopo un periodo di locazione non inferiore a 8 anni (rent to buy)

Presupposti normativi e amministrativi.

  • Piano regionale di edilizia residenziale per il triennio 2014-2016 approvato con deliberazione del Consiglio Regionale Marche n. 115 del 9.12.2014;

Decreto del Presidente della Provincia di Pesaro e Urbino n. 9 del 30.1.2015 relativo alla linea d’intervento B.1, del predetto Piano regionale;

  • Delibera di G.C. n. 47 del 24.03.2015;

  • Determinazione Dirigente Servizio Pianificazione Urbanistica e Nuove Opere n. 422 del 24.03.2015

Obiettivi del Bando

  • incrementare l’offerta delle abitazioni a canone moderato ed agevolare l’accesso alla proprietà della prima casa differendone l’acquisto al termine del periodo di locazione

  • ridurre lo stock di alloggi inutilizzati presenti sul mercato con particolare riferimento a quelli ultimati, invenduti, che appesantiscono e condizionano il mercato edilizio medesimo ed il sistema delle imprese edili.

Oggetto del Bando

alloggi di proprietà privata (imprese edilizie, cooperative, privati cittadini di recente costruzione, ultimati e non occupati, invenduti, da concedere in locazione, con patto di futura vendita, per un periodo minimo di 8 anni al canone concordato .

Sono favorite le operazioni di aggregazione dei futuri acquirenti in grado di interessare interi complessi edilizi con l’eventuale coinvolgimento degli operatori economici interessati all’operazione medesima (banche, imprese, cooperative edilizie ecc.).

Caratteristiche alloggi

Gli alloggi oggetto di contributo devono essere censiti nel catasto fabbricati, avere destinazione ad uso abitativo e devono possedere i seguenti requisiti oggettivi:

  • classificazione di efficienza energetica di cui al DM 26.06.2009 non inferiore a B

  • conformità agli strumenti urbanistici, con certificato di abitabilità

  • conformità ai limiti dimensionali di cui agli articoli 16 e 43 della legge 457/1978 e successive modificazioni;

  • non essere accatastati né accatastabili nelle categorie A/1 (abitazioni di tipo signorile casa signorile) – A/7 (abitazioni in villini) con esclusione degli immobili appartenenti alla tipologia “Villette a schiera”

A/8 (abitazioni in ville)-A/9 (castelli,palazzi di eminenti pregi artistici o storici).

  • ultimati allo stato grezzo, da completare e rendere abitabili entro il termine perentorio di 6 mesi dalla data del provvedimento di assegnazione provvisoria del contributo.

Requisiti soggettivi di partecipazione

  1. cittadini italiani o di uno Stato appartenente all’Unione europea, ovvero cittadini di Stati che non aderiscono all’Unione Europea, titolari di carta di soggiorno o possessori del permesso di soggiorno di durata biennale;

  2. Residenti o con attività lavorativa in un Comune della Regione Marche ovvero essere cittadini italiani residenti all’estero che intendono rientrare in Italia;

  3. non essere titolari in tutto il territorio nazionale della proprietà, uso, usufrutto o altro diritto reale di godimento di un’altra abitazione adeguata alle esigenze del nucleo familiare

  4. avere un reddito del nucleo familiare con valore ISEE calcolato sui redditi percepiti ed i patrimoni posseduti nell’anno 2013, non superiore ad € 39.701,19

  5. non avere avuto precedenti assegnazioni in proprietà o con patto di futura vendita di un alloggio realizzato con contributi pubblici o precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato o da Enti pubblici

Canone di locazione e prezzo di vendita

Megucci e De Regis

Megucci e De Regis

Il canone di locazione dell’alloggio per il quale si chiede il “buono riscatto” sarà riferito ai valori medi previsti dagli accordi territoriali vigenti alla data di sottoscrizione del contratto di locazione nel Comune di Pesaro.

Il prezzo finale di vendita viene determinato al momento della stipula del contratto locativo con patto di futura vendita, è fisse non può essere superiore ai prezzi di mercato determinati in relazione ai valori OMI pubblicati nel sito dell’Agenzia delle Entrate.

Modalità e termini per la presentazione della domanda

Le domande dovranno essere redatte utilizzando il modello allegato al bando e scaricabile dal sito www.comune.pesaro.pu.it o ritirabile presso U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico, Largo Mamiani,11 o presso il.Servizio Pianificazione Urbanistica e Nuove Opere, Largo A Moro, n.12 negli orari di apertura al pubblico.

Le domande dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre il 25 maggio 2015.

Potranno essere consegnate brevi manu all’Ufficio Informa&servizi del Comune di Pesaro o spedite entro il termine predetto, con plico raccomandato A.R. ovvero a mezzo di posta elettronica certificata all’indirizzo PEC: comune.pesaro@emarche.it

Alle domande devono essere allegati i documenti previsti dal bando e la documentazione fotografica.

Saranno escluse le domande pervenute oltre il termine previsto ed incomplete dei contenuti richiesti come da modello allegato o qualora i requisiti soggettivi richiesti non fossero maturati alla presentazione della domanda .

Graduatoria provinciale

Terminata la istruttoria delle domande pervenute, entro 45 gg dalla data di scadenza del bando, le domande ammissibili saranno trasferite alla Provincia la quale redigerà una graduatoria provinciale unica sulla base di criteri stabiliti dalla Provincia di Pesaro e Urbino con Decreto Presidenziale n. 9 del 30.01.2015, per un massimo di 30 punti che tengono conto di:

1. UBICAZIONE DELL’IMMOBILE

Punteggio max: 20 punti

2. AGGREGAZIONE DEGLI ALLOGGI

Punteggio max: 7 punti

3. REDDITO ISEE del nucleo familiare

Punteggio max: 3 punti

E’ prevista la cancellazione della domanda dalla graduatoria e pronuncia di decadenza del contributo ancorché assegnato, anche dopo l’approvazione della graduatoria provinciale, nei seguenti casi:

  1. non veridicità di taluna delle dichiarazioni contenute nelle domande,

  2. acquisto di un alloggio che non abbia i requisiti oggettivi previsti dall’articolo 4 del presente bando;

  3. mancato rispetto dei termini stabiliti per la stipula del contratto di locazione con patto di futura vendita.

Contributo concesso

Il buono riscatto, destinato a coprire la quota parte del canone locativo che verrà decurtata dal prezzo di vendita dell’alloggio al termine della locazione, viene corrisposto per un periodo massimo di 8 anni per un massimo di € 31.200,00

DURATA MINIMA PERIODO LOCAZIONE

IMPORTO CANONE LOCAZIONE

CONTRIBUTO MAX MENSILE IN CONTO RISCATTO

CONTRIBUTO TOTALE MAX IN CONTO RISCATTO

8 ANNI

Non superiore al canone concordato di cui alla legge 431/1998

Non superiore ad ½ del canone di locazione con un max di € 325,00

31.200,00

(=€. 325x12mesix8 anni)

A seconda delle risorse destinatele dalla Regione Marche, la Provincia provvederà all’assegnazione provvisoria in attesa della stipula del contratto locativo di futura vendita.

Termini per la stipula del contratto locativo

Il contratto di locazione con patto di futura vendita per gli alloggi ultimati, debitamente trascritto ai sensi di legge dovrà essere stipulato entro 60 giorni dalla comunicazione di ammissione a contributo da parte della Provincia.

Per gli alloggi ultimati allo stato grezzo, detto contratto è stipulato nel medesimo termine ed è sottoposto alla condizione sospensiva del completamento e della certificazione di agibilità degli alloggi entro il termine di 6 mesi dalla data del provvedimento di assegnazione provvisoria del contributo.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>