Samb-Vis, mission impossible in Riviera (ore 15). Martini grande ex, le ultimissime del derby numero 33. Indisponibile Pangrazi

di 

28 marzo 2015

PESARO – Dice 33 ma lo stato di salute è tutto per la Samb, reduce da quattro vittorie di fila. Il derby numero 33, tra Sambenedettese e Vis Pesaro, pare avere un pronostico a senso unico: Samb favoritissima. Perché? Perché in casa, quest’anno, i rossoblù hanno perso solo una volta contro il Campobasso (2-3 a novembre, con l’esonero di mister Mosconi) e pareggiato un’altra con la Civitanovese (1-1).  Poi, solo vittorie e 35 gol fatti (sui 58 totali: miglior attacco del girone) con sole 6 reti (su 28) subite. Tozzi Borsoi (assente all’andata) e Napolano hanno segnato 12 gol a testa. Non solo: la Samb ha ottenuto in questa stagione 12 rigori a favore segnandone 11 (record) e ha mandato in rete 14 uomini diversi. La storia dice: 13 vittorie Samb, 11 per la Vis e 8 pareggi. I biancorossi non segnano nel tempio sambenedettese dal 2012: 1-1 gol di Vicini.

Martini in azione

Martini in azione

Poi, ovviamente, c’è l’attualità: la Vis arriverà a questo derby da penultima della classe, in piena zona retrocessione, con i numeri peggiori di sempre, con un dislivello di 35 punti dalla Samb e pure senza Ruffini e Granaiola squalificati. E’ chiaro che nessuno s’illude ma è altrettanto chiaro che la Vis non andrà in gita a San Benedetto: le salvezze, quelle impossibili o difficili, spesso si conquistano con risultati impensabili. Come quello di strappare punti in uno stadio-bolgia e fresco di progetto esecutivo approvato che lo porterà a 14 mila spettatori: roba da Serie B, sognando la Lega Pro. Quella in cui Marco Martini, grande ex di turno, segnò 15 reti in 51 presenze proprio con la maglia rossoblù sfiorando la promozione in B. E proprio Martini, tornato domenica scorsa in campo dopo tre mesi di assenza per infortunio, sarà l’arma in più della Vis che, dopo San Benedetto, scenderà subito in campo al Benelli, contro il Castelfidardo, nell’infrasettimanale pre-pasquale del 2 aprile. Indisponibile Pangrazi, problemi al ginocchio: al suo posto il ’97 Gnaldi. Attenzione: con Fabbri, Labriola, Bugaro e Rossi diffidati, nella trasferta di San Benedetto sarà importante non prendere ammonizioni.  Sarà comunque una Vis altamente sperimentale a centrocampo: dopo le brutte prestazioni di Teodorani, andato in tilt contro Maceratese e Chieti, Osso sarà promosso titolare (anche nell’ottica di far spazio a Martini in attacco). Difesa a 4 solita (Fabbri-Labriola-Brighi-Dominici) ma trio di centrocampo nuovo e giovanissimo: Rossoni, Filippucci, Rossi. In attacco, nel tridente, confermati De Iulis e Bugaro con una chance importante per Torelli. Restano aperte alcune soluzioni, anche in corso di partita: Evacuo, reduce dai due gol segnati al Chieti, lo stesso Martini (che dovrà mettere nel motore altri minuti preziosi e potrebbe anche essere la sorpresa dell’ultimo minuto, con De Iulis dirottato a destra), Bartolucci (per Fabbri, diffidato) e Pangrazi (in luogo di Labriola, sempre in diffida).

Avviso per capitan Dominici al momento del lancio della monetina: la Samb cerca sempre di giocare il secondo tempo  sotto la curva Cioffi, vero 12esimo uomo in campo. Se si può, meglio evitare.

In casa Samb continuano il silenzio stampa (parla solo il ds Arcipreti) e gli allenamenti a porte chiuse.  Mister Paolucci dovrebbe confermare il 4-2-4 vincente a Fermo, con Napolano libero di svariare su tutto il fronte d’attacco, Fulop in porta e Franco a centrocampo nonostante il rientro di Paolis dalla squalifica. Anche la Samb deve fare i conti con i diffidati: 5, tutti titolari.

Arbitra Stefano Gosetto di Schio, alla terza stagione in D: ha diretto la Vis al Benelli lo scorso 14 ottobre contro il Matelica, partita finita 1-2 con illusorio vantaggio vissino con De Iulis all’87’ e repentino pareggio e sorpasso matelicese in zona Cesarini.

Ricordiamo dalle ore 15 la web cronaca testuale su www.pu24.it del nostro inviato Emanuele Lucarini. Radiocronaca su Radio Prima Rete.

11ª giornata del girone di ritorno – ore 15

Castelfidardo – Matelica –
Celano – Jesina –
Fano – Fermana –
Giulianova – Campobasso –
Maceratese – Chieti –
Olymp. Agnonese – S. Nicolo’ –
Recanatese – Civitanovese –
Sambenedettese – Vis Pesaro –
Termoli – Amiternina –

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>