Vettel, Vettel, Vettel! La Ferrari torna alla vittoria nel GP della Malesia

di 

29 marzo 2015

La Ferrari torna alla vittoria nel Gran Premio della Malesia , con una gara alla maniera della sua tradizione, ed alla maniera di Sebastian Vettel, l’ex-nemico, che però dobbiamo ammettere e lo sapevamo tutti, è un grande campione, perché una gara così la può gestire solo un grande. Nessuno di noi avrebbe immaginato fino alle 8,59 di questa mattina, che una pur ritrovata Ferrari, come visto in Australia, avrebbe sconfitto l’armata tedesca Mercedes, in pista senza aiuti del meteo, senza rotture degli avversari, in poche parole: nettamente.

Il salto di Vettel con la Ferrari. Foto tratta dal web

Il salto di Vettel con la Ferrari. Foto tratta dal web

Cercando di essere razionali, analizzando la gara la vera potenzialità delle SF-T15 la si è vista nell’ennesima sfortunata gara di Raikkonen. Partito male dopo la brutta qualifica di ieri, “Iceman” è stato toccato dalla Sauber di Nasr, foratura giro lento per rientrare al box, poi una grande rimonta, pur se con l’aiuto della Safety Car, Kimmi ha compiuto un capolavoro portando la sua SF-T15 al quarto posto finale, ecco secondo noi questa prestazione è da considerarsi al pari di quella vittoriosa di Vettel.Analizzando i tempi anche se il condizionale è d’obbligo, forse Raikkonen avrebbe potuto infastidire la terza piazza di Rosberg.
La Ferrari c’è, il team è nuovamente coeso come ai tempi d’oro di Schumacher, a proposito, nessuno si è ricordato a caldo di Michael, speriamo che dopo l’entusiasmo giustificato per la vittoria, qualcuno degli uomini di Maranello abbia un pensiero per lo sfortunato Campione. La vittoria della Ferrari oltre che al piacere di noi tifosi, ridà un interesse ad una Formula 1 che fino a ieri abbiamo criticato ( e non ce ne pentiamo),sia sul piano tecnico, che su quello dello spettacolo, il Mondiale è lungo, la Mercedes rimane favorita ma la Ferrari può tornare protagonista da subito e non come da tutti Marchionne e Arrivabene in testa auspicato in tempi più lunghi.Per il resto a Sepang abbiamo visto una Williams in ombra, una Red Bull in difficoltà, una McLaren-Honda ancora assente. Sul fronte piloti una lode va a quello che abbiamo definito simpaticamente “uno sbarbatello”, ovvero il 17enne Max Verstappen, l’olandesino ha lottato gomma contro gomma con i più blasonati compagni, con sorpassi e ruotate da campione consumato, per la felicità di babbo Jos ex pilota di rango, bravo Max 7° alla fine. Ora aspettiamo con trepidazione il prossimo Gran Premio della Cina e finalmente con interesse.

Ordine d’arrivo G.P della Malesia
1) Vettel -Ferrari
2) Hamilton-Mercedes
3) Rosberg – Mercedes
4)Raikkonen-Ferrari
5)Massa-Williams
6) Bottas-Williams
7) Verstappen- Scuderia Toro Rosso
8)Sainz jr.- Scuderia Toro Rosso
9) Kvyat- Red Bull
10) Ricciardo – Red Bull.

2 Commenti to “Vettel, Vettel, Vettel! La Ferrari torna alla vittoria nel GP della Malesia”

  1. Carlo scrive:

    Non per sbeffeggiare i vinti, ma dopo le prime due gare di F1 la vedo dura per un Domenicali trovare un posto di rilievo in un team di motori (auto o moto che sia).

  2. orilio scrive:

    E’ bello trovare un ex- nemico ..ora amico vincente!!!
    Auguriamoci che ciò possa ripetersi ad ogni gran premio!!!!
    Forza Ferrariiiiiii !!!!!! E chi scrive con professionalità,sportività,entusiasmo!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>