Fano Rugby, en plein domenicale

di 

31 marzo 2015

FANO – Il Fano Rugby nell’ultima domenica di marzo fa 3 su 3. Tutte le squadre coinvolte, dai Seniores che militano nel campionato di C1 fino all’under 14 passando per l’under 16 (ferma la 18 per un turno di riposo), portano a casa la vittoria.

Netto il successo dei Seniores che, imponendosi sul campo di casa 18-0 sul Falconara, danno respiro alla classifica, abbandonando la zona calda e raggiungendo il terzo posto del girone. Il 15 dei rossoblù, scelto da Giorgio Brunacci, che per l’occasione ha sostituito coach Franco Tonelli, è il seguente:
1 Magi 2 Bargnesi 3 Amadori (30 st Loukas) 4 Gerbi (37 st Pala) 5 Giovannelli (C) (30 st Samson) 6 Cazzanti (15 st Sagrati) 7 Bussaglia (37 st capodagli) 8 Breccia (vicecapitano) 9 Paolini 10 Sambuchi (15 st Rossi) 11 Giovanelli 12 Ruggeri 13 Canapini 14 Cadeddu ( 25 st Sancilles )15 Raffaeli.

LE FOTO:

Questo slideshow richiede JavaScript.

La partita è molto sentita: è l’ultima del girone di andata e la squadra fanese viene da una brutta sconfitta rimediata a Formigine prima della sosta. Il 15 di casa entra subito bene in partita, chiudendo il Falconara nella propria metà campo e dimostrando una netta superiorità in mischia. Non tarda ad arrivare la meta rossoblù realizzata dall’ala Nicola Cadeddu, che mette a referto i primi 5 punti della partita, ai quali non si aggiungono quelli della trasformazione perché la palla finisce fuori dai pali. Il primo tempo si chiude quindi con il risultato di 5-0 per i ragazzi di Brunacci.

La seconda frazione di gioco si apre con lo stesso leitmotiv: il Fano Rugby a fare la partita e il Falconara a difendersi. Marco Sambuchi trasforma la punizione spedendo l’ovale tra i pali e aggiungendo altri 3 punti al tabellino. Sul punteggio fermo 8-0 il Falconara ha un sussulto di orgoglio e chiude il 15 fanese nella propria metà campo, anche grazie all’ammonizione rimediata dal rossoblù Cadeddu, che costringe i fanesi a giocare per 10 minuti con un uomo in meno. Nonostante l’inferiorità numerica, la formazione di casa riesce a respingere ogni attacco e, tornata la parità di uomini in campo, passa di nuovo all’offensiva andando in meta con Rodolfo Ruggeri, che con una bella giocata alla mano buca la difesa ospite e deposita la palla oltre la linea. Sambuchi sbaglia la trasformazione. Mai doma la formazione di casa, cerca di dare ancora ossigeno all’attacco e ci riesce qualche minuto dopo con il flanker Alessandro Bussaglia, che con altri 5 punti porta il risultato finale sul 18-0.
Grande festa a fine partita. Sugli scudi i 3 esordienti in prima squadra, Olmo Capodagli (dell’Under 18) , Alessandro Pala (in prestito dal Pesaro Rugby) e Gheorghe Samson.

Soddisfatto coach Brunacci: “È stata una giornata spettacolare. Sono passato da un’emozione all’altra. Infatti, a causa dell’assenza di coach Tonelli, mi sono spostato in breve tempo da Macerata, dove ero impegnato con l’under 16, a Fano per guidare i Seniores. Tutte e due le squadre mi hanno dato grandi emozioni e soddisfazioni. Buonissimo l’atteggiamento mentale della seniores. Hanno approcciato la partita come avevo chiesto. I piedi però rimangono ben piantati a terra e già da fine partita abbiamo capito su quali aspetti lavorare per le gare di ritorno. Con la vittoria di oggi abbiamo ripreso il terzo posto in classifica superando il Faenza, squadra con la quale giocheremo il 12 aprile in casa”.
Fa festa anche il settore giovanile. Vince facile l’under 16 a Macerata mentre l’under 14 di coach Alessandro Ascierto, impegnata sul campo di casa, riesce all’ultimo respiro a conquistare la vittoria 30-29 contro i Falchi di Montecchio. I giovani rossoblù hanno così dimostrato di saper reagire allo svantaggio rimediato nella prima frazione di gioco e di voler portare a casa, a tutti i costi, la vittoria, correggendo i propri errori e recuperando il risultato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>