Urbino si colora di blu… per la Giornata mondiale della Consapevolezza sull’Autismo

di 

31 marzo 2015

Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo

Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo

URBINO – La città ducale si prepara a celebrare la “Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo” giovedì 2 aprile, attraverso una serie di iniziative che il settore Pari Opportunità ha organizzato in collaborazione con il Centro socio-educativo “Francesca”, le scuole e i commercianti urbinati.

“Non chiudere la porta alla conoscenza, accendi una luce blu” è lo slogan della campagna “Light it up blu” (illuminalo di blu) lanciata da “Autism Speaks”, la più grande organizzazione di familiari di persone con autismo degli Stati Uniti, per celebrare la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo. Urbino sarà come tante altre città del mondo colorata di blu, il colore simbolo dell’autismo, della conoscenza e della sicurezza.

L’amministrazione comunale di Urbino, in collaborazione con il Centro socio-educativo “Francesca”, aderisce alla manifestazione attraverso la realizzazione di semplici iniziative che possono, attraverso il colore blu, richiamare l’attenzione e sensibilizzare l’opinione pubblica su questo disturbo. In particolare, grazie alla sensibilità e collaborazione dei commercianti, saranno colorate con dei palloncini blu tutte le vetrine del centro, le scuole esporranno una bandiera blu alle finestre e gli insegnanti stimoleranno discussioni con gli studenti sul tema.

L’autismo è un disturbo neurologico di tipo complesso che colpisce prevalentemente la sfera comunicativa, la sfera comportamentale e l’interazione sociale. Allo stato attuale degli studi e della ricerca, l’autismo si caratterizza come la manifestazione di una serie di disfunzioni di natura organica di cui non si conoscono ancora con precisione le cause, è diffuso in tutto il mondo, indipendentemente dalla classe sociale, culturale o della zona geografica e in questi ultimi anni ha subìto un incremento esponenziale nel mondo e rappresenta una vera emergenza sociale.

La Giornata Mondiale ha l’obiettivo di incoraggiare tutti gli Stati membri ad adottare misure per sensibilizzare l’opinione su questo disturbo, favorendo la promozione della ricerca scientifica in tutto il mondo e la solidarietà verso le persone colpite dalla malattia. Diagnosi e terapie tempestive sono infatti lo strumento principale per migliorare i risultati e, dunque, rappresentano l’obiettivo principale non solo della manifestazione, ma anche in generale della ricerca scientifica su questi disturbi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>