Scientifico Marconi, avanti tutta con la differenziata: 5 isole ecologiche interne e tre cestini in ogni aula

di 

1 aprile 2015

L'assessore Rito Briglia col presidente del liceo scientifico Marconi Riccardo Rossini

L’assessore Rito Briglia col presidente del liceo scientifico Marconi Riccardo Rossini

PESARO – Millecinquecento persone coinvolte, tra studenti, docenti e personale Ata. Cinque isole ecologiche interne all’istituto, tre cestini per rifiuti in ciascuna delle 56 aule.

Sono i “numeri” della raccolta differenziata effettuata al liceo scientifico e musicale “G. Marconi” di Pesaro.

“L’iniziativa rientra nel principio di estetica pedagogica – afferma il preside Riccardo Rossini – tenere pulito il luogo dove si fa lezione significa trasmettere il valore civico di rispetto per se stessi e gli altri. Un aspetto importante considerato che questi ragazzi saranno gli adulti di domani e dovranno essere degli avamposto della legalità ambientale che non si insegna solo con le sanzioni o i premi ma anche con un processo culturale ed educativo”.

Ieri mattina, l’assessore comunale alla Sostenibilità Rito Briglia ha potuto constatare di persona l’efficacia del sistema di raccolta differenziata in vigore nell’istituto.

“E’ stato motivo di grande soddisfazione – sostiene l’assessore Briglia – vedere che l’input per mettere a regime la raccolta differenziata nel liceo è venuto dai rappresentanti degli studenti che hanno chiesto al Comune questo intervento, realizzato grazie alla collaborazione con Marche Multiservizi. Finora abbiamo sempre comunicato direttamente ai cittadini per sensibilizzarli a quello che è un obbligo: differenziare i rifiuti prodotti. Con questo intervento spostiamo l’attenzione dal singolo ai luoghi dove i cittadini si incontrano, come le scuole o i posti di lavoro, affinché si possa essere ambientalmente virtuosi  sia dove si abita ma anche dove si lavora o studia, posti in cui spesso si passa la gran parte del tempo”.

I numeri della differenziata al Marconi

 1.500 persone coinvolte tra alunni, docenti e personale ATA
 3 cestini (per la raccolta di carta, plastica e alluminio) in ciascuna delle 56 aule
 5 isole ecologiche interne (con contenitori per la raccolta di carta, plastica, alluminio e pile esauste) a fianco dei distributori automatici (dove si genera spesso il rifiuto)
 700 brochure del “vocabolario dei rifiuti” distribuite
 manifesti della campagna “tu da che parte stai?” di Marche Multiservizi affissi nella scuola
 concorso tra le classi che differenziano di più.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>