Ceccarini loda la sua Vis: “Primo tempo egregio, quando ripartiamo palla a terra possiamo far male”. Lo sconfitto Omiccioli: “Inconcepibile”

di 

2 aprile 2015

Mister Antonio Ceccarini, allenatore Vis Pesaro

Mister Antonio Ceccarini, allenatore Vis Pesaro

PESARO – “Primo tempo egregio, poi nella ripresa abbiamo forse un po’ tirato i remi in barca ma ci sta”. Così Antonio Ceccarini subito dopo il secondo successo consecutivo (non era mai successo quest’anno). Un 3-0 convincente al massimo grado quello sul Castelfidardo di Omiccioli, perché arrivato in 25 minuti scarsi che hanno permesso poi di amministrare portando a casa con facilità tre punti in uno scontro diretto.

Una vittoria di squadra, in cui tutti hanno messo il proprio mattone. Anche chi, come Torelli, veniva da un periodo complicato di diversi mesi. “Giorgio mi ha dimostrato nelle ultime due settimane di stare bene dal punto di vista fisico e mentale. E poi mi piace come ragazzo: sono contento di averlo fatto giocare. E’ un buon esempio per chi gioca di meno”.

E’ la terza volta consecutiva che la Vis segna tre gol in una partita. “Vero, quando ripartiamo palla a terra possiamo far male. Speriamo di continuare in questo modo col massimo della concentrazione e dell’attenzione. Comunque sono contento perché la squadra ha dimostrato di poter divertire in una situazione non facilissima come la nostra”.

Mastica amaro Mirco Omiccioli, allenatore del Castelfidardo: “Eravamo venuti per fare tutt’altra partita, e invece abbiamo compromesso tutto in una prima mezz’ora che è stata a senso unico per la Vis. E sinceramente non me lo spiego, perché dopo il ko di Teramo col San Nicolò avevamo fatto una discreta gara contro una buonissima squadra come il Matelica. Ho visto una Vis che può salvarsi perché ha voglia di farlo, mentre la mia squadra non ha fatto vedere questo. Approccio mentale sbagliato? La testa è determinante in ogni gara. Se giochi così anche gli Allievi e i Giovanissimi possono mettersi in difficoltà. Le assenze di Capparuccia e Fermani? Giocatori per noi importanti ma non è un alibi. Prendere un gol come il terzo, nato da un corner a nostro favore, non è concepibile”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>