Vis Pesaro – Castelfidardo: furie rosse! Bugaro, De Iulis, Dominici: 3-0.

di 

2 aprile 2015

VIS PESARO – CASTELFIDARDO 3-0

VIS PESARO (4-3-3): Osso; Bartolucci, Brighi, Labriola, Dominici; Rossoni (41′ st Filippucci), Ruffini, Granaiola; Torelli, De Iulis (21′ st Martini), Bugaro (38′ st Evacuo). All. Ceccarini Teodorani, Vagnini, Rosati, Rossi, Montesi, Zanigni.

CASTELFIDARDO (4-1-4-1): Aniadiegwu; Tassi, Urbinati, Belelli, Cervellini; Strano (33′ st Carboni); Sbarbati, Alessandroni (10′ st A.Taddei), D’Alessandro, Severini; Cavaliere (18′ st Giansante). All. Omiccioli. A disp.: Recchiuti, Grottini, Carboni, Gabbanelli, Pretini, Taddei M., Bonifazi.

ARBITRO: Saggese di Rovereto

MARCATORE: 8′ pt Bugaro (V), 12′ pt De Iulis (V), 24′ pt Dominici (V)

NOTE: Presenti in tribuna l’ex mister vissino Pazzaglia, Mei e Salvatori. Spettatori: 1000 circa. Giornata serena ma ventilata. Ammoniti: Brighi (V), Rossoni (V).. Angoli: 0-4. Recuperi: pt 2′, st 3′

Labriola, ex di turno, in azione

Labriola, ex di turno, in azione

PESARO – Turno infrasettimanale, pre pasquale, per il girone F del campionato di Serie D. Al Benelli Pesaro, a sei partite dalla fine del campionato, arriva il Castelfidardo: la Vis, dopo la straordinaria vittoria di San Benedetto è ancora penultima a quota 22 ma si è riportata a -1 dall’Agnonese e -3 dall’Amiternina, il Castelfidardo invece guida l’attuale gruppo playout con 29 punti, a 2 lunghezze dalla salvezza diretta. Fate i conti: quasi superfluo sottolineare l’importanza di questo derby, l’ottavo della storia tra pesaresi e fidardensi (6 vittorie Vis, 2 Castelfidardo).

Sarà la prima di sei finali. La Vis, dopo aver vinto la gara d’andata per 1-0 (Zanigni), in quella che fu la prima vittoria della gestione Bonvini, per alimentare la scalata per una migliore posizione playout deve fare un percorso praticamente netto (da qui alla fine avrà 5 scontri diretti inframezzati dal derby di Fano). Dopo la squalifica tornano Ruffini e Granaiola, mentre il Giudice sportivo ha fermato per un turno l’under Fabbri. De Iulis, 4 gol nelle ultime 4 partite, nonostante un problema al collo del piede, stringerà i denti. Martini, dopo lo splendido impatto negli ultimi 25 minuti di partita a San Benedetto (assist e gol), dovrebbe ancora partire dalla panchina. Confermato il 4-3-3 con Torelli titolare nel tridente.

Nel Castelfidardo di mister Omiccioli, ex giocatore e tecnico della Vis, presente a più riprese insieme al vice Giovanetti quest’anno come spettatore al Benelli, solito 4-4-2 con capitan Fermani indisponibile e il ballottaggio D’Alessandro-Strano. Cavaliere e Severini, non al meglio, dovrebbero partire dalla panchina.

Ex di turno: oltre a Omiccioli e Giovanetti, in campo ci saranno Labriola (che aveva iniziato la stagione con i fisarmonicisti) e Urbinati, biancorosso due anni fa con poca fortuna.

Occhio ai diffidati, che in questo finale di campionato pesano tantissimo. Nella Vis a rischio squalifica ci sono De Iulis, Rossoni, Bugaro, Labriola e Rossi. Massima attenzione: dopo Pasqua i biancorossi torneranno in campo ad Agnone (che nel frattempo ha incassato le dimissioni di Donatelli, ingaggiando il marchigiano Sauro Trillini).

PREZZI SCONTATI OGGI AI BOTTEGHINI: si gioca alle 15 con prezzi d’ingresso abbassati a 10 euro (Tribuna) e 5 euro (Prato). Ingresso gratuito a tutti i tifosi sotto i 18 anni.

Siamo in attesa delle formazioni ufficiali.

ore 14.52: ecco le formazioni. Formazione confermata in casa Vis, tante invece le novità per la Recanatese: in campo dal 1′ Cavaliere, Severini e D’Alessandro. Buonissima l’affluenza al Benelli nonostante il turni infrasettimanale.

Vis in completo rosso, Castelfidardo in bianco.

4′ prima occasione per il Castelfidardo: Severini prova la fuga sulla sinistra ma, tallonato da Brighi, sparacchia a lato dal limite dell’area.

Castelfidardo in campo con un 4-1-4-1 con Strano davanti la difesa e D’Alessandro mobilissimo come riferimento avanzato. Molto altri anche gli esterni Severini e Sbarbati a sostegno dell’unica punta Cavaliere.

Vis in campo con il consueto 4-3-3 con Bartolucci per lo squalificato Fabbri basso a destra. Grande tifo dei pesaresi presenti oggi in massa. Nel settore ospiti anche una ventina di tifosi del Castelfidardo.

VIS IN VANTAGGIO: colpo a seguire di De Iulis, bellissimo, a liberare sulla corsia sinistra Bugaro che arriva come un treno, si beve in velocità Tassi, ed entrato in area buca con un diagonale Aniadiegwu: 1-0 (8′).

Raddoppio della Vis: Bugaro pesca in profondità Granaiola, scambio di favori dopo il primo gol, cross a centro area dove De Iulis svetta e insacca il 2-0. Quinta rete in 5 partite. Fenomenale. Benelli carico: applausi per una Vis fin qui perfetta. L’attaccante romano corre verso il Prato e ringrazia per gli applausi con un inchino.

Emblematico il commento di uno spettatore in tribuna: l’ultima volta ero venuto 2 mesi fa ma questa è un’altra squadra.

25′ Spettacolare 3-0 della Vis: De Iulis stoppa in area una girata di Cavaliere su angolo, ripartenza fulminante della Vis con Bugaro che si accentra e serve a destra Torelli, anzi il nuovo Torelli rigenerato dalla cura Ceccarini. Il vecchio Torelli avrebbe tirato o si sarebbe perso in qualche tocco di più, il nuovo Torelli invece taglia sartorialmente l’area a sinistra andando a pescare Dominic a sinistra: gol. Azione da manuale. Emblematica l’esultanza: metà squadra ad abbracciare Dominici, l’altra metà a sommergere di abbracci Torelli.

25′ Vis non ancora sazia: bastonata di Granaiola dai 20 metri, il portiere del Castelfidardo vola e devia in angolo.

38′ Vis padrona del campo. Il Castelfidardo è tutto in due tiracci dal limite, altissimi, di Cavaliere. Biancorossi vicini al 4-0 ancora con una percussione di Dominici anticipato al momento del tiro da Cervellini che, poi, rimane a terra.

42′ clamorosa traversa di Bugaro: palla al limite dell’area, quasi da fermo, sinistro a giro, traversa piena, sulla ribattuta a porta libera Torelli ci piazza il piattone ma la sfera finisce fuori.

Secondo tempo:

Il Castelfidardo ha fin qui pagato le assenze di Capparuccia e Fermani in difesa, con il conseguente adattamento di Belelli e Urbinati centrali. Ma è stata brava la Vis a colpire, senza pietà, con un atteggiamento tattico perfetto.

5′ Il Castelfidardo, come prevedibile, è partito alla ricerca del gol. Buona combinazione a destra tra Tassi e Alessandroni che taglia l’area con un rasoterra che non viene raccolto da nessuno.

9′ Gol annullato al Castelfidardo: cross da fondo campo di Cervellini, smanacciata di Osso, la sfera ricade a centro area, dopo un batti e ribatti arriva a Strano che calcia in rete ma l’arbitro, su segnalazione dell’assistente, annulla per fuorigioco.

10′ Ancora i fisarmonicisti in attacco: bella girata dai 25 metri di D’Alessandro fuori di poco.

11′ primo cambio: fuori Alessandroni, dentro Alessandro Taddei.

Secondo cambio al 18′: dentro Giansante per Cavaliere.

21′ Nella Vis esce tra gli applausi De Iulis: dentro Martini.

La Vis controlla, il Castelfidardo dopo un’iniziale sfuriata sembra essersi spento anche messo meglio in campo con Alessandro Taddei in difesa, Belelli dirottato a destra e Tassi alzato sempre sul binario di destra.

Incredibile ammonizione per Rossoni (simulazione a metà campo? Non abbiamo capito): il centrocampista under, diffidato, salterà la difficile trasferta di Agnone.

Cambio preventivo in questo senso: fuori Bugaro, dentro Evacuo (38′). Ad Agnone sarà l’attaccante campano l’under ’96 titolare, gli ultimi 10 minuti di questa partita serviranno da prova generale.

Finita: Vis batte Castelfidardo 3-0. Applausi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>