Bonifica ex Amga: il cantiere più controllato d’Italia per la tutela della salute dei cittadini

di 

3 aprile 2015

PESARO – In merito agli articoli apparsi negli ultimi giorni riguardanti la bonifica dell’area “ex Amga”, l’Amministrazione comunale intende precisare che:

– gli esiti del processo non influiscono in alcun modo sull’andamento dei lavori in quanto il Comune, proprio per risolvere il problema ambientale prima possibile, è intervenuto subito a inizio della legislatura (a prescindere dal processo) stanziando i soldi del bilancio comunale, individuando la stazione appaltante che ha provveduto all’espletamento della gara per la bonifica;

– le operazioni della bonifica non sono mai cambiate e rimangono quelle descritte nel progetto oggetto della gara aggiudicata dalla ditta B.Energy S.p.A.;

– le uniche modifiche riguardano il cronoprogramma degli interventi di bonifica e sono dovute a ulteriori protocolli di sicurezza richiesti dai diversi organi di controllo in data successiva all’allestimento del cantiere datato 19 gennaio (si ricorda che il provvedimento del Giudice che impone la presenza del NOE come ulteriore organo di controllo è del 6 febbraio);

– eventuali spese aggiuntive riguardano soltanto i costi derivanti dagli ulteriori protocolli di sicurezza e sono coperti dal ribasso d’asta;

– non vi è una correlazione tra temperatura e interventi di bonifica, l’unica motivazione che può portare a rimodulare le operazioni è (come previsto nel progetto) il superamento dei limiti di sostanze presenti nell’aria che sono costantemente monitorate dagli organi di controllo;

– tutti i documenti di cui è in possesso l’Amministrazione comunale (dal progetto ai campionamenti dell’Arpam, compresi i più recenti convalidati che risalgono al monitoraggio della qualità dell’aria effettuato tramite laboratorio mobile tra novembre e dicembre 2014) sono pubblicati nella sezione “ex Amga” del portale tematico www.pesaroambiente.it

L’intervento di numerosi soggetti istituzionali rende il cantiere “ex Amga” il più controllato d’Italia e questo è in linea con l’interesse primario dell’Amministrazione comunale che è procedere con la massima sicurezza anche se questo comporta tempi più lunghi ed eventuali disagi per i residenti che tuttavia devono sentirsi più tutelati.

Vista la complessità delle operazioni e tutti gli organi di controllo coinvolti, l’Amministrazione intende comunicare le attività di bonifica passo dopo passo e cioè durante la loro effettiva realizzazione.

Quanti ritengono di avere elementi precisi e documentati che mettono in dubbio l’efficacia delle operazioni di bonifica possono rivolgersi alle autorità competenti che vigilano costantemente sul cantiere.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>