Urbino, sosta selvaggia. La rabbia dei commercianti: “Il Comune faccia qualcosa, non ne possiamo più”. Le foto

di 

3 aprile 2015

URBINO – Continua l’appello al Comune ducale di Francesco Cusimano, pasticcere e imprenditore che si sente “trascurato” come diversi altri commercianti di via Francesco di Giorgio Martini, in centro storico, a due passi da Borgo Mercatale. Per la mancanza di parcheggi in primis ma non solo.

Avevamo già parlato di questa situazione, tra i problemi la mancanza di un’illuminazione adeguata, considerando che quella strada conduce ai collegi, e spesso gli studenti la praticano utilizzando il passeggio, non solo quindi una scarsa visibilità per le attività della via.

“Qualcosa si è mosso, circa 6 mesi fa l’illuminazione pubblica è stata implementata con l’istallazione di lampioni a led ma il problema principale rimane, la mancanza di parcheggi e l’incuria.”

Quello che dovrebbe essere utilizzato come marciapiede davanti i negozi è diventato un parcheggio, dove gli automobilisti lasciano, incuranti, le proprie auto anche per giorni incuranti dei diversi passi carrabili.

“Abbiamo chiesto, assieme agli altri negozianti, in particolare noi della pasticceria Ducale, la parrucchiera e l’estetista, al Comune di installare il disco orario, ma ancora niente. Questa amministrazione si è interessata, mentre dalla precedente non abbiamo mai avuto risposte. Abbiamo deciso di agire per vie legali.”

Disagi per i fornitori che spesso si trovano in difficoltà con lo scarico merci e con la clientela che a volte si trova impossibilitata ad entrare nei negozi.

“Spesso i clienti si lamentano perché non riescono ad arrivare nel mio bar, quindi un mancato introito. Un marciapiede diventato parcheggio, alcune macchine rimangono posteggiate anche una settimana-continua Cusimano-quindi creando delle difficoltà anche per chi raggiunge gli esercizi a piedi; ricordiamoci che ci sono anche gli anziani e più di uno, specie in inverno è anche scivolato finendo al pronto soccorso.”

Non solo disagi per parcheggi ma anche nel decoro, quelli che lamentano dalla Ducale, infatti le fioriere sono diventate delle pattumiere e a terra la situazione non è delle migliori.

“Noi paghiamo tutte le tasse, proprio come gli altri. Ogni mattina alle 5 apro e non ho mai visto uno spazzino pulire, anzi, solo una volta, lo scorso anno, era la domenica delle elezioni. Anche in vigili qua non vengono mai a controllare. Siamo in centro storico, pago un affitto da centro storico (1000 euro al mese) ma è come se di questa zona si fossero dimenticati.”

A quanto raccontano nella via, due noti negozi di abbagliamento della città si sarebbero trasferiti anche per questo motivo.

“Questa, sulla nazionale, e vicina a Borgo Mercatale, è un’ottima posizione, ma se a questi disagi aggiungiamo il fatto che non si fa niente per incentivare questa bellissima piazza è normale che uno vada via. Si sta puntando tutto su” Santa Lucia” e “Il Consorzio” e, in pochi lo sanno, a fine anno noi abbiamo pagato 800€ in più di tasse proprio per i buchi di “Santa Lucia. Basta guardare via Mazzini (Valbona)che sta morendo. Noi chiediamo di poter lavorare serenamente ed essere trattati come commercianti del centro storico, perché siamo in centro storico.”

LE FOTO:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>