A Vallefoglia la priorità resta il lavoro. Ucchielli: “Non tutto va male, anzi”

di 

4 aprile 2015

VallefogliaVALLEFOGLIA – “Il Comune di Vallefoglia, nato a seguito della fusione dei Comuni di Colbordolo e Sant’Angelo in Lizzola, è una nuova realtà caratterizzata dalla presenza di un attivo distretto produttivo che ne fa la seconda realtà economica della provincia di Pesaro e Urbino e uno dei principali della regione con più di 1.300 imprese attive nei settori dell’industria e artigianato, dei servizi, del commercio e dell’agricoltura, in controtendenza alla situazione di crisi del momento”. Questo si legge in una nota dell’Ufficio stampa del Comune che continua così:

“Il territorio di Vallefoglia si estende su una superficie di 39,57 chilometri quadrati ed è situato in una posizione strategica, al crocevia tra Marche, Umbria Toscana e Romagna.
Turismo, valorizzazione del territorio, green economy ed energie rinnovabili, opere di manutenzione, attenzione all’ambiente e alla sicurezza, qualificazione dei servizi alla persona: queste le principali aree tematiche sulle quali si concentra l’opera dell’Amministrazione Comunale di Vallefoglia.
Il tema fondamentale resta il lavoro con l’impegno di velocizzare gli interventi per il lavoro per rilanciare gli investimenti, creare nuovi posti di lavoro e attuare politiche che supportino l’economia reale e che diano la possibilità agli imprenditori di investire per rilanciare lo sviluppo economico. A testimonianza di questo sono state approvate in Consiglio comunale sei importanti lottizzazioni nel territorio che porteranno la costruzione di tre nuovi centri commerciali e quindi nuovi posti di lavoro circa 100 posti, il potenziamento della ditta “Rivacold” a Montecchio e della Ditta Fab a Cappone, altri nuovi 200 posti e il nuovo villaggio della longevità “Civitas” tra l’Apsella e Montelabbate con ulteriori 100 posti.
Si pensa anche ai giovani con il progetto di riqualificazione della frazione di Cappone con il recupero della ex scuola elementare come centro di aggregazione intergenerazionale e polifunzionale con l’intenzione di rendere il fabbricato maggiormente usufruibile e utilizzabile dalla collettività. Sarà un centro civico a servizio della cittadinanza. Proseguono anche i lavori di ristrutturazione urbanistica del centro di aggregazione giovanile di via Mazzini a Montecchio quale centro ludico e di aggregazione differenziato per età.
Altro aspetto fondamentale di questa nuova realtà è l’edilizia scolastica. L’Amministrazione ha investito e continua ad investire sulla sicurezza delle scuole per i ragazzi. Investimenti per 3 milioni di euro migliaia sono stati approvati per realizzare nuovi spazi didattici nella scuola primaria di via Guidi, una nuova palestra nella scuola primaria di Bottega e interventi finalizzati all’aumento delle condizioni di sicurezza dei plessi scolastici: l’anno 2015 interamente dedicato ai ragazzi e al lavoro. Tante dunque le prospettive per un futuro di crescita e di sviluppo.
Come è ben evidente non tutto va male – affermano il sindaco Ucchielli e la Giunta – ma ci troviamo in una situazione con elementi positivi che fanno ben sperare per il futuro”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>