Bramante è fermignanese, fine della contesa. Lo dice una ricerca su oltre 300 atti

di 

7 aprile 2015

FERMIGNANO – Si intitolerà “La famiglia Bramante. Fonti archivistiche urbinati” l’opera che l’autrice Anna Falcioni, docente di Storia medievale all’Università degli Studi di Urbino, presenterà al pubblico sabato 11 aprile alle ore 11 nella Sala del Consiglio Comunale di Fermignano. Non poteva esistere location più azzeccata per il battesimo del volume che andrà a risolvere anche uno dei grandi misteri legati alla figura dell’architetto Donato Bramante: i suoi natali sono contesi da Fermignano e Urbania, anche se alcuni lo avvicinano a Urbino e altri ancora addirittura a San Marino. Quali terre diedero origine al grande genio rinascimentale? Il dibattito sembrava essersi risolto a favore di Fermignano, il podere Cà Melle è considerato ormai il vero luogo natale di Bramante, ma questi nuovi studi tolgono ogni dubbio.

Per continuare a leggere del Bramante clicca qui

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>