Ongetta Rivacold, parla Antonelli: “Non ci manca niente per stare davanti”

di 

9 aprile 2015

Dopo la gara inaugurale sul circuito del Qatar, il circus iridato fa tappa negli Stati Uniti: siamo al COTA di Austin, in Texas, per il Gran Premio delle Americhe. I piloti del Motomondiale sono pronti a darsi battaglia per il secondo round della stagione. Niccolò Antonelli, pilota italiano del team Ongetta Rivacold, è stato uno dei protagonisti del primo Gran Premio dell’anno in Qatar, conquistando la prima fila nelle qualifiche e lottando fino all’ultima curva per un posto sul podio. Il pilota di Cattolica vuole ripetere la bella prestazione del week end di Losail e tirare fuori maggiore grinta, quel poco in più che basta per salire sul podio. Jules Danilo, suo compagno di squadra, ha sete di riscatto. Sfortunato durante la prima gara e penalizzato dai contatti con Ajo e Khairuddin, il giovane pilota francese ha tuttavia dimostrato di aver raggiunto un buon feeling con la moto. I suoi miglioramenti sono costanti e può tranquillamente ambire alla zona punti. Sono previsti temporali e piogge nell’arco dei prossimi tre giorni ad Austin: sarà importante non sottovalutare il fattore imprevedibilità, dovuto a condizioni meteorologiche avverse.

Niccolò Antonelli: “Non vedo l’ora di iniziare a girare domani, questa pista mi piace molto! In Qatar abbiamo lavorato bene per tutto il week end e in gara, nonostante l’ottavo posto finale, ho capito che non mi manca niente per stare davanti e che posso lottare per il podio. In questi due giorni sarà importante lavorare sul passo gara e trovare la giusta configurazione fin dall’inizio”

Jules Danilo: “Sono pronto per questa seconda tappa soprattutto perché, dopo il Qatar, sento di aver raggiunto un buon feeling con la moto. Lo scorso anno ho lottato molto qui in Texas, soprattutto durante le qualifiche, ma non essendo stato totalmente a posto non sono riuscito ad ottenere il risultato sperato. Quest’anno sono sicuro che andrà meglio. La vera incognita adesso è il tempo, le previsioni non sono buone quindi è necessario affrontare le prove con intelligenza”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>