Spacca: “Maltempo di febbraio, il Governo nega alle Marche lo stato di emergenza”

di 

9 aprile 2015

lNo, non era uno stato di emergenza. La costa devastata, i fiumi esondati, frane, smottamenti, famiglie evacuate… Così ha deciso il Governo… “Il Governo nazionale ha negato alle Marche lo stato di emergenza per il maltempo dei primi di febbraio”. Lo annuncia il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, che ha ricevuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri-Dipartimento Protezione civile, la comunicazione del diniego alla richiesta dello stato di emergenza inoltrato dalla Regione. “Secondo il Consiglio dei Ministri, che pure riconosce la particolare intensità degli eventi di quei giorni – dice Spacca – gli effetti sul territorio della forte ondata di maltempo del 4 e 5 febbraio scorsi non sono stati sufficientemente gravi da poter far concedere lo stato d’emergenza. Nonostante che la Regione si fosse mobilitata con velocità e perizia, per la richiesta e la produzione di tutti i documenti necessari, la risposta è stata negativa a differenza di quanto avvenuto, invece, per la vicina Emilia Romagna che ha visto accettata la richiesta. L’auspicio di tutte le comunità e dei territori marchigiani colpiti così duramente, è che si possa recuperare l’esito positivo, quando sarà valutata la richiesta successiva di stato d’emergenza per il maltempo dei primi di marzo. La Regione non farà sicuramente mancare la propria presenza ed un deciso ‘pressing’ affinché ciò possa avvenire”.

IL SOTTOSEGRETARIO GOZI CON CERISCIOLI: “VERIFICHERO’ SE CI SONO MARGINI ED ESAMINERO’ L’ITER”

“Mi interesserò della questione e verificherò se ci sono margini per riconoscere alle Marche lo stato di emergenza richiesto a seguito dell’ondata di maltempo che ha colpito il territorio i primi di febbraio. Esaminerò l’iter della richiesta per conoscere lo stato di adempimento della domanda e se ci sono stati eventuali errori o ritardi come già sollecitato dalla senatrice Fabbri”. Lo afferma il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Sandro Gozi, a margine dell’iniziativa con il candidato del centrosinistra alla presidenza della regione Marche Luca Ceriscioli.

NEGATO STATO D’EMERGENZA PER MALTEMPO FEBBRAIO, RICCIATTI (SEL): DECISIONE INCONPRENSIBILE ED IRRISPETTOSA DEI CITTADINI MARCHIGIANI.

“Mi auguro ci siano i margini di un ripensamento su una decisione che giudico non solo incomprensibile ma anche irrispettosa dei sacrifici dei cittadini marchigiani”.
Lo afferma l’on. Lara Ricciatti di Sel a commento della notizia del diniego dello stato di emergenza per la regione Marche, in merito alle precipitazioni dello scorso febbraio.
All’indomani degli eventi calamitosi la deputata di Sel aveva presentato dapprima una mozione e successivamente una interrogazione parlamentare per chiedere al Governo di intervenire riconoscendo lo stato d’emergenza.
“Atti parlamentari che non hanno sortito alcuna reazione da parte del Governo – continua Ricciatti -, nonostante il susseguirsi di violente precipitazioni a distanze temporali ravvicinate abbia messo in ginocchio diverse attività economiche, come ha potuto constatare chi ha visitato la regione dopo le precipitazioni”.
“Servono a poco la solidarietà ed i messaggi di sostegno via twitter se al momento delle decisioni il Governo si tira indietro”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>