I nuovi assistenti bagnanti a lezione dalla Capitaneria

di 

10 aprile 2015

PESARO – Ieri sera, il personale della Capitaneria di Porto di Pesaro ha incontrato, presso la palestra della piscina comunale O. Berti “Parco della Pace” di Pesaro, gli aspiranti assistenti bagnanti che sono in formazione presso la Federazione Italiana Nuoto del Comitato Provinciale di Pesaro-Urbino.

L’incontro, organizzato dall’istruttore al corso Daniele Andreani, allo scadere della fase addestrativa in piscina, ha dato la possibilità agli aspiranti assistenti bagnanti di tenere un primo contatto diretto con l’Autorità Marittima a cui,  per legge, è attribuito il fondamentale ruolo di garante della sicurezza in mare dei bagnanti e che, a tal fine, durante la stagione estiva vigila sulle spiagge affinché tale servizio sia attivo e mantenuto pienamente efficiente.

In tale occasione, a cura del Sottotenente di Vascello (CP) Giuseppe Morra, sono stati illustrati i concetti di ordinanza marittima e gli ambiti territoriali di applicazione, i comportamenti da adottare da parte dell’assistente bagnante in caso di pericolo e gli usi corretti delle spiagge, le dotazioni di salvataggio cui tutti gli assistenti bagnanti devono disporre, in particolar modo in riferimento alla vigente Ordinanza di Sicurezza Balneare della Capitaneria di Porto di Pesaro n.11/2012, consultabile sul sito web www.pesaro.guardiacostiera.it.

Successivamente è intervenuto l’avvocato Gianluigi Gulli che ha illustrato ai discenti le conseguenze amministrative, civili e penali cui si espongono, per negligenze in servizio, i soggetti che espletano il servizio di salvataggio.

Al termine del corso, tutti gli assistenti bagnanti saranno valutati con un esame teorico-pratico da una commissione presieduta dal personale della Capitaneria di Porto e, in caso di esito positivo, verrà rilasciato un brevetto che abilita il soggetto a espletare la funzione di assistente bagnante sulle spiagge nazionali.

In tale circostanza, vivo interesse, da tutti i partecipanti, è stato espresso per la preziosa opportunità offerta.

In caso di emergenza in mare, chiamare il Numero Blu della Guardia Costiera 1530.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>