Ceriscioli, pienone per la prima cena provinciale. Il 24 aprile a Pesaro

di 

11 aprile 2015

Una sala piena ha accolto il candidato Presidente Luca Ceriscioli, il Segretario regionale del PD Marche Francesco Comi e la squadra di candidati con cui il PD di Ancona ha scelto di presentarsi alle prossime elezioni regionali. Ieri sera, a Falconara Marittima, si è tenuta la prima delle cinque cene provinciali organizzate dal Partito Democratico Marche per presentare sul territorio le liste dei candidati alle elezioni del 31 maggio e per raccogliere fondi a sostegno della campagna elettorale del candidato Presidente e del partito. Una scelta di autofinanziamento, portata avanti nel segno della condivisione e della massima trasparenza.

La sala con Ceriscioli

La sala con Ceriscioli

Con la partecipazione di oltre duecento persone, ieri sera è stata la federazione provinciale di Ancona a dare il la all’iniziativa, con la cena organizzata al Circolo Leopardi di Falconara Marittima.

Un momento di convivialità a cui sono intervenuti anche il Segretario regionale del PD Marche, Francesco Comi ed il candidato del centrosinistra alla Presidenza della Regione Marche, Luca Ceriscioli, oltre che i candidati al Consiglio regionale della provincia di Ancona.

Il PD è partito – ha esordito il Segretario Comi –. Abbiamo il nostro candidato, le nostre liste, la nostra coalizione e la nostra proposta programmatica. Gli altri, al contrario, litigano e non hanno ancora definito né candidato né coalizione. Ceriscioli e i nostri candidati – ha sottolineato Comirappresentano in pieno il cambiamento di cui ha bisogno la nostra regione”.

Noi siamo pronti per la sfida. Si apre una fase nuova – ha aggiunto Ceriscioliabbiamo un programma con cui ci siamo confrontati con i marchigiani. Abbiamo liste forti e rappresentative. A tracciare il nostro percorso sono stati i 43 mila marchigiani che hanno scelto il cambiamento alle primarie del centrosinistra. Abbiamo una grande responsabilità: avere la capacità, con risorse fortemente ridotte, di rispondere ai bisogni dei marchigiani che sono sempre maggiori. Dovremmo rendere il sistema più efficiente e capace, rivedere la macchina sanitaria per offrire qualità e risposte in tempi rapidi. Dovremmo essere in grado di investire le risorse europee per rimettere in moto un sistema. È una grande missione che parla di una nuova capacità e nuova linfa. Noi siamo la risorsa delle Marche al servizio della regione per affrontare uno dei passaggi più difficili della nostra storia”.

Dopo Ancona, le cene del Partito Democratico arriveranno anche negli altri territori: il 17 aprile sarà la volta di Fermo, il 24 toccherà a Pesaro, il 28 a Macerata e poi Ascoli, con la data in via di definizione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>