K-Sport senza confini: l’azienda pesarese ha monitorato il “papale” San Lorenzo, Boca, Rosario e Rancing di Milito

di 

11 aprile 2015

Prosegue il rapporto di collaborazione di ricerca tra la Facoltà di Scienze Motorie di Urbino e l’azienda pesarese K-Sport. In corso uno studio finalizzato alla comparazione dei differenti metodi di lavoro adottati dalle diverse scuole di pensiero calcistico di tutto il mondo, per rilevare in particolare le differenze tra il calcio europeo, quello sudamericano ed il calcio emergente dell’estremo oriente.

La K-Sport con Diego Milito

La K-Sport con Diego Milito

Proprio nell’ottica della raccolta dati, diversi studenti di UniUrb sono stati impegnati in tutto il mondo, monitorando club di tutte le categorie, dai TOP club europei fino alle nazionali giovanili, come l’Under 20 della Birmania, seguita da Vincenzo Gissi, che parteciperà all’imminente FIFA World Cup U20 in Nuova Zelanda e riconosciuta come la nazionale più forte di tutto i tempi del paese asiatico.
Particolarmente interessanti le analisi realizzate nei tornei sudamericani ed in particolare in Argentina, dove lo studente Luca Magnani, laureando con il supporto del prof. Izzo (docente di Analisi della Performance) in veste di relatore, ha rilevato come i calciatori sudamericani siano più tecnici ed aggressivi di quelli europei, maggiormente dotati invece sul piano tattico. Tra i club monitorati in sudamerica il San Lorenzo (ultimo vincitore della Copa Libertadores), il glorioso Boca Juniors, il Rosario Central ed il Racing Avellaneda, l’attuale club dell’ex bomber nerazzurro Diego Milito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>