Gp della Cina, dominio Hamilton ma ottima Ferrari: Vettel 3° e Raikkonen 4°

di 

12 aprile 2015

Lewis Hamilton ritorna dominatore del Mondiale. Il Campione in carica dopo l’inaspettato k.o. subito in Malesia da una strepitosa Ferrari di un grande Sebastian Vettel, si riprende la scena dominando alla sua maniera il G.P. della Cina. Un uno-due della Mercedes con il secondo posto di Rosberg, che però a differenza delle doppiette precedenti non è così netta, grazie ad una Ferrari che si conferma la seconda forza del mondiale e cosa importante sempre molto vicina alla Mercedes anche su un circuito come quello di Shanghai che sappiamo non essere ” amico” della Rossa. Come abbiamo sempre detto e come tutti sappiamo bisogna essere realisti, la Mercedes ed Hamilton rimangono favoriti , ma vedere una Ferrari a podio nei primi tre gran premi, con la stupenda vittoria di Sepang, è una cosa sulla quale forse neanche gli uomini di Maranello avrebbero scomesso un euro. Analizzando la gara della Cina e rimanendo con i piedi per terra, quello che deve dare fiducia alle speranze della Ferrari e dei suoi tifosi per un mondiale comunque da protagonisti, sta nel fatto che la SF-T 15 dopo la prima dell’Australia, ha ridotto il gap nei confronti della Mercedes dai 30 secondi, ai 10 di oggi, con in mezzo la stupenda vittoria di Sepang, con la grande rimonta di Raikkonen come valore aggiunto. Un’altra nota se vogliamo positiva è che la supremazia delle “argentee” di Stoccarda, fin qui è stata dettata dal miglior utilizzo degli pneumatici, dove i tedeschi sono avvantaggiati fin dall’anno scorso e non dalla macchina nel suo totale. Rimanendo in casa Ferrari bella anche la lotta fra i due ferraristi, con un Raikkonen quest’anno in versione “mastino”, che ha braccato da vicino un Vettel “ragioniere”, peccato che la lotta fra i due è stata bloccata dalla farsa comica messa in atto dai commisari di Sepang , ridicoli nello spostare la Toro Rosso del velocissimo baby Verstappen, ferma a due giri dalla fine davanti al muretto box e conseguente arrivo congelato dietro la Safety – car, che ha tolto qualsiasi velleità al finlandese della Rossa.Per il resto Shanghai , ha confermato una buona Williams, che però sembra aver ormai ceduto alla Ferrari il ruolo di anti-Mercedes, disastrosa la Red Bull, che sembra aver finito il suo ciclo di gloria, gloria che la McLaren-Honda continua a sognare da lontano, nonostante un Alonso sempre combattivo, peccato che lo spagnolo deve utilizzare la sua classe per lottare nelle retrovie.Efficaci i due della Sauber-Ferrari, 8°Nasr e 10° Ericsson, benino la Lotus con Grosjean 7°, aggressivo il “baby” terribile Verstappen autore di sorpassi da manuale, bloccato come abbiamo detto, quando con l’ ottavo posto sicuro l’olandesino era a caccia di Grosjean.

”E’ stata una gara buona, siamo più vicini alle Mercedes – ha detto Sebastian Vettel –  Abbiamo provato a esercitare un po’ di pressione su di loro ma con le gomme medie erano più veloci. Mi sento davvero bene, tre podi su tre e sono contento”.

Tornando ai protagonisti per avere ulteriori conferme o smentite a secondo dei punti di vista, è sufficente aspettare una settimana per il g.p. del Bahrain, dove la Mercedes è comunque favorita, ma per la Ferrari il circuito di Shakhir è simile a quello della Malesia, le risposte alle ore 17 di domenica 19.

ORDINE D’ARRIVO G.P. DELLA CINA
1) HAMILTON -MERCEDES
2) ROSBERG- MERCEDES
3) VETTEL- FERRARI
4) RAIKKONEN-FERRARI
5) MASSA-WILLIAMS MERCEDES
6) BOTTAS- WILLIAMS-MERCEDES
7)GROSJEAN-LOTUS-MERCEDES
8) NASR-SAUBER-FERRARI
9)RICCIARDO- RED BULL-RENAULT
10) ERICSSON-SAUBER-FERRARI

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>