Pesaro Rugby, vittoria con il Romagna e i playoff ritornano a portata

di 

12 aprile 2015

La Pesaro Rugby può continuare a sognare i playoff. Prezioso davvero il successo per 19-17 sul Romagna e poco importa se sia arrivato al termine di una dura battaglia, in cui per larga parte i giallorossi si sono dovuti limitare a contenere le sortite dei romagnoli. Questo successo la riporta al terzo posto in classifica, ad una sola vittoria di distanza dal Noceto che incontrerà in casa nell’ultima giornata di campionato.

Panzieri e Angeli al placca

Panzieri e Angeli al placca

Un successo tutto figlio del primo tempo, quando Pesaro riusciva a segnare tre mete punendo ogni singolo errore dei galletti. Seppur priva dell’apertura titolare Mattia Martinelli fuori per influenza, al quarto d’ora arrivava la prima meta con una bela azione alla mano dopo un pallone su calcio di liberazione del Romagna. Bravi i trequarti pesarese che portavano Marco Martinelli a schiacciare vicino la bandierina. Se il Romagna rispondeva con una fiammata di Shehu sull’out di destra , era poi Maccan al 30’ a battere una punizione veloce sui 5 metri e schiacciare in meta. Nemmeno il tempo di ripartire che Angeli era bravo a contrastare un calcio di liberazione dell’apertura riminese Righi, a recuperare l’ovale e schiacciare in meta. Con la trasformazione di Danieli si andava a riposo sul 19-7 per i pesaresi.
La partita sembra chiusa e invece i Romagna trova forze fresche dalla panchina e nel secondo tempo inizia a fare la voce grossa. Quasi l’intera seconda frazione di gioco i galletti costringono i kiwi nella loro metà campo e se al 5’ Righi regala ai suoi il 19-10 con un calcio di punizione, sono poi bravi i giallorossi a resistere a lungo alle sortite romagnole. Aldilà della difesa però i pesaresi sembrano non avere il fiato e le gambe per rigettarsi in avanti per la quarta meta, affidandosi sin troppo a calci di liberazione. Il Romagna però riesce a trovare la seconda meta di giornata solo al 33’ con Donati bravo a battere una punizione veloce e a sorprendere i pesaresi. E? qui che suona la sveglia per i giallorossi che ritrovano lo smalto iniziale riversandosi nella metà campo romagnola. Troppo tardi però per trovare quella quarta meta che avrebbe significato non solo la vittoria, ma anche il punto di bonus. “E’ stato un peccato non averlo centrato, ma i ragazzi ci hanno provato fino alla fine – spiega a fine gara un comunque soddisfatto Ballarini – Gli avversari però hanno fatto il loro cercando quella vittoria che gli manca da inizio campionato. Noi abbiamo pagato un po’ di stanchezza, qualche giocatore a mezzo servizio e un po‘ troppa fretta in chiusura di gara. Comunque son contento per il cuore che i ragazzi hanno messo in campo e son certo ce la giocheremo fino la fine. Domenica prossima ancora in casa contro Livorno sarà una partita fondamentale per il proseguo”.
Pesaro Rugby – Romagna 19-17
Pesaro: Martinelli (3’ st Babbi), Biagetti, Gai, Ballarini (35’ Jelic), Panzieri, Danieli, Cardellini, Scavone, Shaho Angeli (30’ st Sanchioni), Jaouhari, Battisti, Galdelli, Maccan, Badiali (13’ st Casoli) All. Ballarini A disp. Giunti, Curuzzi, Andreis
Romagna: fiori, Donati, Donattini, Caminati, Shehu, Righi, Medri, Paganelli, Magnani, Sangiorgi, Pirini, Buzzone, Colavecchia, Cossu, Lepenne All. Cavaglieri A disp. Silvani, Fantini, Zini, Medri, Gollinucci, Asioli, Bastianelli
Arbitro: Odoardi (Pescara) Guardalinee: Tombolini (Loreto), Mecozzi (Ancona)
Marcatori: 14’ m. Martinelli, 22’ m Shehu tr. Righi, 30’ m. Maccan tr. Martinelli, 35’ m. Angeli tr. Danieli, 5’ st cp Righi, 33’ st m. Donati, tr Caminati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>