Volley Pesaro, il bilancio di Sorbini è positivo: “Stagione da incorniciare, vanno intensificate le collaborazioni sul territorio”

di 

16 aprile 2015

Volley Pesaro e Cucò costumiPESARO – Una stagione da incorniciare finora per Volley Pesaro. Il progetto pesarese, nato dall’unione di Snoopy e  Robur, anche in quello che poteva essere uno degli anni più complicati, si sta confermando ai vertici del volley provinciale, e non solo. Una stagione che si prospettava in partenza difficile, perché confermarsi ogni anno non è semplice, e farlo con squadre dall’età media sempre più bassa è compito ancora più arduo.

Ci sta riuscendo invece Volley Pesaro, che non solo ha conquistato i titoli provinciali U16 e U18, ma si è ben comportata anche nelle categorie superiori. Partendo dalla serie C, che sabato ha giocato la sua ultima gara dei playoff, chiudendo una stagione da record, con la salvezza conquistata al termine della prima fase. E coach Gambelli ha sfruttato l’occasione per far crescere non solo il gruppo della serie C, ma anche altre giovanissime atlete del progetto. A Torre San Patrizio il tecnico pesarese ha schierato in campo Aluigi, palleggiatrice classe 2001, che già aveva esordito in C, De Bellis, schiacciatrice sempre del 2001, e Sacchi, attaccante del 2000.

E sulla stagione in corso parla il co-presidente Sorbini: “Gambelli sta svolgendo un ottimo lavoro. La continuità si sta dimostrando l’arma in più del nostro progetto. L’idea di creare percorsi adatti ad ogni singola ragazza, rispettando i giusti tempi di ognuna richiede un grande lavoro e tanta passione. Ma questo modo di lavorare sta dando i suoi frutti”. Anche la serie D ha ottenuto sabato un importante risultato: “Giocheremo i playoff – continua Sorbini – con una squadra che ad inizio stagione abbiamo definito ‘grande’, ma che in realtà a ben guardare ha un’età media di 18 anni e mezzo”.

E non si può dimenticare l’U18, fresca campione provinciale: “Una finale spettacolare quella di domenica, combattuta come finora non era mai capitato. Anche qui l’esperienza maturata dalle ragazze in serie C è servita per far crescere e amalgamare il gruppo di Gambelli e Burini”.

E Sorbini chiude con un sogno: “Sarebbe bello intensificare le collaborazioni con le società del territorio, per creare una squadra giovanile che rappresenti la provincia e che possa essere sempre più competitiva a livello regionale e non solo. Senza campanilismi, ma con il solo scopo di far crescere il movimento provinciale, tutti insieme”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>