Nicolò Celato, l’altro pazz………del Vismara Calcio

di 

17 aprile 2015

PESARO – Intervista all’estremo difensore del Vismara Calcio, il romagnolo Nicolò Celato, classe 1990, che con il suo modo di stare in campo da molti definito “rock e spregiudicato”, ha conquistato il pubblico e l’ambiente pesarese, dimostrandosi molto efficace in tutto l’arco del campionato, soprattutto in alcune difficili trasferte, tanto da risultare globalmente, uno degli elementi più importanti della “banda di mister Pazzaglia”, benché molto giovane nel suo ruolo.

Celato in azione

Celato in azione

Nicolò , dove sei cresciuto calcisticamente parlando?

Sono cresciuto nel settore giovanile del Viserba di Rimini, che è anche la mia località di nascita, per poi passare nella Juniores nazionale e Berretti del San Marino. Quindi grande salto nella L.N.D., nello Sporting Terni e poi a Castellarano. Prima di approdare al Vismara, ho giocato per tre anni nell’Urbania, transitando precedentemente anche al San Mauro Mare, sempre campionato Eccellenza.

Hai qualche hobby in particolare, che pratichi oltre alla tua attività calcistica?

Sono appassionato di beach Volley e mi piace molto la musica rock anni 70/80/90, che ascolto anche prima della partita e mi da sempre la carica giusta per affrontare meglio il match, avere padronanza dell’area e guidare la difesa in campo.

Quanto ha contribuito l’ambiente del Vismara Calcio, nella tua stagione moto positiva, in cui hai dimostrato di essere uno dei migliori portieri del campionato?

Al Vismara ho trovato un ambiente molto famigliare, così come lo era ad Urbania, mi sento molto stimato come portiere e come persona, e questo mi ha dato molta fiducia. Il mio modo estroso di stare in campo piace molto a tutto l’ambiente, ma sto cercando di maturare ancor di più tecnicamente anche con l’aiuto del preparatore Giancarlo Nicolini ed a parte qualche piccola sbavatura, penso di aver fatto molto bene e nel complesso sono molto soddisfatto, anche perché è il primo anno che lotto per qualcosa di importante, visto che fin d’ora avevo sempre combattuto per la salvezza e tutto ciò ha contribuito a responsabilizzarmi.

Ultima partita di campionato che vi mette di fronte all’Atletico Alma, cioè nel classico derby definito di testa – coda, volete tentare di raggiungere la seconda posizione?

Vogliamo giocarcela fino in fondo per cercare di conquistare la miglior posizione in griglia play off ed in caso di vittoria possiamo finire terzi e giocarci in casa il primo spareggio, poi in caso di sconfitta del Tolentino, magari prenderci la seconda posizione. Tutto questo lo dobbiamo anche al nostro pubblico che nelle ultime giornate è cresciuto numericamente e si è dimostrato sempre più caloroso, questo a dimostrazione che anche la gente di Montecchio si sta appassionando al Vismara.

Un tuo parere su chi uscirà vincitore nel big match di domenica a Tolentino, vedi i padroni di casa favoriti?.

Sinceramente, auguro di cuore al Tolentino di vincere il campionato, perché in questi ultimi anni ho avuto modo di giocare contro le squadre allenate da mister Clementi ed ho sempre visto grande organizzazione di gioco ed è questa proprio la differenza fra le due squadre, anche se la Folgore Falerone M. ha sicuramente due attaccanti di categoria superiore e spesso hanno fatto la differenza.

(si ringrazia Antonio Cardinali)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>